Astro News a cura di Luigi Bignami

Fino al 13/11/2017 a cura di Piero Bianucci

  • 25/11/2017 - Uno sgambetto all’energia e alla materia oscura
  • 24/11/2017 - Non cala l’inquinamento luminoso
  • 22/11/2017 - Che strana quella cometa
  • 21/11/2017 - Il vero volto di Oumuamua
  • 20/11/2017 - L'acqua della Terra era presente già agli inizi della sua storia
  • 17/11/2017 - Da dove arriva ‘Oumuamua?
  • 16/11/2017 - E’ colpa della “nebbia” se Plutone è così freddo
  • 15/11/2017 - Quel pianeta davvero simile alla nostra Terra…
  • 15/11/2017 - Tritone creò il caos attorno a Nettuno
  • 14/11/2017 - Paolo Nespoli ha catturato la navicella per rifornimenti Cygnus

    Paolo Nespoli ha catturato la navicella per rifornimenti Cygnus

    Paolo Nespoli ha catturato la navicella per rifornimenti Cygnus



    Paolo Nespoli dell'Agenzia Spaziale Europea e Randy Bresnik  della NASA hanno catturato la navicella cargo Cygnus della Orbital ATK che trasportava materiali, esperimenti e cibo per gli astronauti della Stazione Spaziale Internazionale. A differenza di quelle russe Progress le Cygnus non si agganciano automaticamente alla ISS,  ma dopo essersi avvicinate a circa 15 metri dalla stazione orbitante vengono catturate attraverso un braccio robotizzato controllato da due astronauti a bordo della stazione stessa. Cygnus è stata agganciata al modulo chiamato Unity. La navicella era stata lanciata domenica 12 novembre con un razzo Antares sempre della Orbital.

    A bordo di Cygnus  vi sono 851 kg di materiale per la stazione orbitale, 132 kg di attrezzature per le passeggiate spaziali, 34 kg di materiale informatico,  oltre a 740 kg di materiale scientifico e 1240 kg di rifornimento per gli uomini a bordo della stazione orbitante. Vi sono poi 14 piccoli satelliti chiamati cubesat che si trovano all'esterno della Cygnus. Avranno il compito di sperimentare comunicazioni laser e di effettuare altri esperimenti.

    La navicella da rifornimento rimarrà agganciata alla ISS fino al 3 dicembre quando, dopo essere stata riempita di materiale di scarto, verrà staccata sempre dal braccio robotizzato. Nelle ore successive verranno realizzati degli esperimenti per mettere a punto un sistema di aggancio dei futuri veicoli commerciali.  Dopodiché verrà alzata di quota per mettere in orbita i 14 piccoli satelliti e subito dopo rientrerà nell'atmosfera per bruciare negli strati più densi.

Ricerca
  • Le Stelle
    172
  • Nuovo Orione
    306
  • Libri