Astronews a cura di Massimiliano Razzano

Fino al 13/11/2017 a cura di Piero Bianucci, fino al 20/01/2018 a cura di Luigi Bignami

  • 21/02/2018 - La Galassia di Andromeda? Non è poi così pesante
  • 19/02/2018 - Quando i buchi neri diventano ingordi
  • 16/02/2018 - Svelato il mistero delle aurore danzanti
  • 14/02/2018 - ‘Oumuamua potrebbe avere migliaia di “cugini” nel Sistema Solare
  • 13/02/2018 - Così nascono i campi magnetici cosmici
  • 08/02/2018 - Le Cronache Spaziali su Reteconomy !
  • 08/02/2018 - Acqua sui pianeti di TRAPPIST-1?
  • 07/02/2018 - Lanciato con successo il Falcon Heavy di Space X

    Lanciato con successo il Falcon Heavy di Space X

    Lanciato con successo il Falcon Heavy di Space X

    E' stato un successo l'atteso lancio del Falcon Heavy, il più potente razzo vettore oggi disponibile sul pianeta Realizzato dall'azienda SpaceX del miliardario Elon Musk, il Falcon è decollato con successo verso le 22 ora italiana dalla base di lancio NASA di Cape Kennedy in Florida, gia' teatro del lancio degli Space Shuttle e delle missioni Apollo, e ora riadattato per ospitare il nuovo Falcon di Space X. E' un grande successo della compagnia privata di Elon Musk, che ha dimostrato la funzionalita' di un razzo da record, secondo solo al Saturno V utilizzato per le missioni Apollo. Il Falcon e' infatti in grado di portare nello spazio fino a 64 tonnellate di carico, contro I 29 del Delta IV Heavy della United Launch Alliance, il vettore diretto concorrente.

    Il Falcon Heavy è composto da un vettore principale e da due razzi booster secondari, che dopo un paio di minuti dal lancio si sono staccati e sono rientrati docilmente al suolo, atterrando quasi simultaneamente su due piattaforme a Cape Kennedy e suscitando un boato di grida e applausi dei presenti. Il vettore principale, dopo essersi separato dal secondo stadio, avrebbe dovuto rientrare su una piattaforma nell'oceano, ma per un problema ai razzi di rientro ha mancato il bersaglio andandosi a schiantare in acqua.

    Ma l'aspetto forse più curioso del lancio è stato il curioso payload ospitato a bordo, un'auto Tesla Roadster personale di Musk “guidata” da un manichino vestito da astronauta. Dopo alcune manovre compiute con successo, l'auto e' stata inviata in orbita verso Marte. Dalle prime stime, sembra pero che la spinta sia stata troppo forte, e che l'auto potra' superare Marte ed entrare nella fascia degli asteroidi.

    Nell'immagine: Il lancio del Falcon Heavy (SpaceX)

  • 06/02/2018 - Nuovo record di ingrandimento per le lenti gravitazionali
  • 05/02/2018 - Una stella all’anno, la nuova dieta per i buchi neri
Ricerca
  • Le Stelle
    175
  • Nuovo Orione
    309
  • Libri