Astronews a cura di Massimiliano Razzano

Fino al 13/11/2017 a cura di Piero Bianucci, fino al 20/01/2018 a cura di Luigi Bignami

  • 20/04/2018 - Lanciata con successo TESS, la nuova missione NASA che andrà a caccia di pianeti extrasolari
  • 17/04/2018 - Dalla fantascienza alla mitologia, anche Caronte ha la sua toponomastica
  • 13/04/2018 - Sholz, la stella che ci ha “sfiorato” 70 mila anni fa
  • 09/04/2018 - Chi sta vincendo il “braccio di ferro” fra le Nubi di Magellano?
  • 04/04/2018 - Sempre più lontano, grazie alle lenti gravitazionali
  • 30/03/2018 - Scoperta una “galassia fantasma” senza materia oscura
  • 27/03/2018 - Tutto il ferro di Kepler 229b
  • 22/03/2018 - Ariel, la nuova missione europea studierà i pianeti extrasolari
  • 16/03/2018 - Dov'è STEVE? La NASA e gli astrofili a caccia le aurore più strane
  • 14/03/2018 - Ci ha lasciati Stephen Hawking, il celebre astrofisico della “Teoria del tutto”

    Ci ha lasciati Stephen Hawking, il celebre astrofisico della “Teoria del tutto”

    Ci ha lasciati Stephen Hawking, il celebre astrofisico della “Teoria del tutto”

    Era uno dei volti più noti dell’astrofisica mondiale, uno scienziato di primo piano e un divulgatore di altissimo livello. Stephen Hawking si è spento questa mattina all’età di 76 anni nella sua abitazione a Cambridge, dove viveva con la famiglia. Il suo “Dal Big Bang ai buchi neri”, pubblicato nel 1988, è diventato in poche settimane un bestseller e oggi è considerato un classico della divulgazione scientifica. Hawking era affetto da sclerosi laterale amiotrofica, malattia invalidante che lo colpì giovanissimo e lo costrinse all’immobilità negli anni Ottanta, ma non gli impedì di fornire importantissimi contributi scientifici e di diventare una vera e propria icona a livello mondiale.

    Hawking era nato l’8 gennaio 1942, lo stesso giorno dell’anno in cui morì Galileo, e per una curiosa coincidenza è scomparso oggi, nel giorno in cui era nato Einstein. I suoi contributi più importanti riguardano la cosmologia e la termodinamica dei buchi neri, con la famosa “radiazione di Hawking”. Titolare della prestigiosa cattedra lucasiana di matematica all’Università di Cambridge per trent’anni fino al 2009, Hawking era direttore del Dipartimento di Matematica e Fisica Teorica dell’Università di Cambridge. Negli anni era diventato uno degli scienziati più famosi del mondo, grazie anche alla sua grande attività divulgativa, iniziata con il successo del saggio “Dal Big Bang ai buchi neri” pubblicato nel 1988. Recentemente la sua vita era stata al centro del film di successo “La Teoria del Tutto” uscito nel 2014, che aveva reso ancora più popolare la sua figura, una vera e propria icona della scienza moderna.

     

    Nell’immagine: Stephen Hawking nel 2008 in occasione di una lezione per il cinquantenario della NASA (Credits: NASA/Paul Alers)

Ricerca
  • Le Stelle
    177
  • Nuovo Orione
    311
  • Libri