Astronews a cura di Massimiliano Razzano

Fino al 13/11/2017 a cura di Piero Bianucci, fino al 20/01/2018 a cura di Luigi Bignami

  • 17/10/2018 - LA GALASSIA DONATIELLO I: È UFFICIALE!
  • 15/10/2018 - NUOVO ORIONE E LE STELLE INSIEME ALLA UAI ALLA FIERA DELL'ASTRONOMIA A BOLOGNA
  • 07/10/2018 - NUOVA FIERA DELL’ASTRONOMIA A BOLOGNA 24 E 25 NOVEMBRE 2018
  • 07/10/2018 - VOYAGER 2 È PROSSIMA A PASSARE L’ELIOPAUSA
  • 05/10/2018 - FORSE TROVATA LA PRIMA ESOLUNA
  • 03/10/2018 - UN ASTEROIDE DA RECORD NELLA NUBE DI OORT
  • 01/10/2018 - UNA CARTOLINA DALLA COMETA 67P/C-G

    UNA CARTOLINA DALLA COMETA 67P/C-G

    UNA CARTOLINA DALLA COMETA 67P/C-G

    Sembra un panorama terrestre al tramonto, e invece è la superficie della cometa 67P/C-G ripresa dalla sonda Rosetta il 22 settembre 2014 da una distanza di circa 26 km, un mese e mezzo dopo che il veicolo spaziale aveva compiuto il rendez-vous con la cometa.

    Le immagini grezze di questa cometa, viste tante volte, erano già spettacolari, ma non fino a questo punto. Il merito è dell’astronomo dilettante spagnolo Jacint Roger Perez, che ha ottenuto questa foto combinando tre riprese scattate in diverse lunghezze d'onda dalla camera narrow-angle OSIRIS di Rosetta.

    Al centro e a sinistra della ripresa abbiamo Seth, una regione situata sul maggiore dei due lobi di cui è composta la cometa, che declina verso la regione di Hapi sul 'collo' che collega i due lobi. Nella parte inferiore dell'immagine si vede la 'Scogliera di Assuan', una scarpata alta 134 m che separa le regioni di Seth e Hapi.

    Le osservazioni effettuate da Rosetta poco prima del passaggio al perielio della cometa, che si è svolto il 13 agosto 2015, hanno rivelato che un pezzo di questa scogliera era crollato, per effetto dell'aumentata attività mentre la cometa si avvicinava al Sole lungo la sua orbita.

    Tutti possono cimentarsi in un’impresa simile a quella compiuta da Jacint Roger Perez, esplorando liberamente l'archivio completo delle immagini della missione sul sito https://imagearchives.esac.esa.int,  a caccia di altri tesori nascosti che attendono solo di essere svelati (Fonte: ESA).

    Piero Stroppa

     

  • 27/09/2018 - Le tempeste perfette di Titano
  • 21/09/2018 - HD 26965B: TROVATO IL PIANETA DEL SIG. SPOCK
  • 20/09/2018 - Hubble, alla scoperta delle prime galassie con BUFFALO
Ricerca
  • Le Stelle
    183
  • Nuovo Orione
    317
  • Libri