Astronews a cura di Massimiliano Razzano

Fino al 13/11/2017 a cura di Piero Bianucci, fino al 20/01/2018 a cura di Luigi Bignami

  • 21/03/2019 - UNA LENTE GRAVITAZIONALE A FORMA DI “CROCE LATINA”
  • 21/03/2019 - UNA TEMPESTA SOLARE RECORD DI 2610 ANNI FA
  • 21/03/2019 - NGC 6052: UN ABBRACCIO COSMICO
  • 21/03/2019 - LA VIA LATTEA PESA 1540 MILIARDI DI SOLI
  • 05/03/2019 - DGSAT I, una galassia ultradiffusa anemica
  • 24/02/2019 - HAYABUSA-2 SI PORTA VIA UN PEZZO D'ASTEROIDE
  • 22/02/2019 - IL GETTO RELATIVISTICO DELLA SORGENTE GW170817
  • 15/02/2019 - MOLECOLE ORGANICHE COMPLESSE DALLA LINEA DELLA NEVE

    MOLECOLE ORGANICHE COMPLESSE DALLA LINEA DELLA NEVE

    MOLECOLE ORGANICHE COMPLESSE DALLA LINEA DELLA NEVE

    Un gruppo di astronomi guidato da Jeong-Eun Lee (Kyung Hee University, Corea), che lavora con ALMA (Atacama Large Millimeter / submillimeter Array) ha rilevato varie molecole organiche complesse - tra cui metanolo, acetone, acetaldeide, metil formiato e acetonitrile - attorno alla giovane stella V883 nella costellazione di Orione.

    Queste molecole sono normalmente congelate nel ghiaccio del disco protoplanetario, la cui composizione è simile a quella delle comete del nostro Sistema Solare. Ma un’improvvisa attività esplosiva di V883 sta riscaldando il disco e sublimando il ghiaccio, che rilascia le molecole in forma gassosa.

    La regione in un disco in cui la temperatura raggiunge la temperatura di sublimazione delle molecole è chiamata 'linea della neve' (snow line). I raggi di queste linee sono di poche Unità Astronomiche attorno alle giovani stelle normali, ma possono ingrandirsi di dieci volte durante le attività esplosive tipiche delle giovani stelle.

    La presenza di molecole organiche complesse potrebbe essere strettamente correlata all'origine della vita sui pianeti. V883 Ori è situata a 1300 anni luce dalla Terra e sta vivendo una fase esplosiva, un evento dalla durata di circa 100 anni e per questo motivo abbastanza raro da osservare. Stiamo osservando qualcosa di simile a quanto avvenuto intorno al Sole 4,5 miliardi di anni fa, quando materiale organico come questo, piovuto sulla Terra grazie ad asteroidi e comete potrebbe aver favorito la nascita della vita.

    In Figura, una rappresentazione artistica del disco protoplanetario di V883 Ori. La parte esterna del disco è fredda e le particelle di polvere sono coperte di ghiaccio. All’interno della “linea della neve” si liberano le molecole organiche complesse che sono state rilevate da ALMA.

    Piero Stroppa

  • 15/02/2019 - Un vicino fiume di stelle
  • 10/02/2019 - BOLLE DI STELLE NUOVE FIAMMANTI
Ricerca
  • Le Stelle
    188
  • Nuovo Orione
    322
  • Libri