Astronews a cura di Massimiliano Razzano

Fino al 13/11/2017 a cura di Piero Bianucci, fino al 20/01/2018 a cura di Luigi Bignami

  • 25/10/2019 - LE NEWS DI COSMO SU BFCSPACE.COM !
  • 24/10/2019 - BATTEZZA UN ESOPIANETA!
  • 24/10/2019 - Stronzio di nuova formazione rilevato nello spazio
  • 08/10/2019 - I NOBEL ASTRONOMICI DEL 2019
  • 07/10/2019 - Dai un nome ai nuovi satelliti di Saturno!
  • 07/10/2019 - IL PIANETA 9 È UN BUCO NERO?
  • 24/09/2019 - La Stella di Boyajian forse non è sola!

    La Stella di Boyajian forse non è sola!

    La Stella di Boyajian forse non è sola!

    Ricordate la stella KIC 8462852, nota anche come Stella di Boyajian? Per chi avesse la memoria corta, è quella strana stella che manifesta inspiegabili variazioni luminose, scoperta nel 2016 tra i dati di Kepler esaminati dai volontari partecipanti al progetto Planet Hunter. La stella fu notata per le sue bizzarre e irregolari variazioni luminose, registrate nell’arco di 1420 giorni, che portarono la stella a variare in luminosità sino al 22%. Ogni tentativo di spiegazione presentava debolezze tali da far escludere quelle più ordinarie, come il comune transito di pianeti o la intrinseca variabilità stellare, tanto che qualcuno – in tutta serietà – propose di considerare pure ipotesi esotiche, come la presenza di una struttura artificiale intorno a questa stella di classe spettrale F. Tuttavia, specifici programmi di ascolto avviati dal SETI non rivelarono alcuna emissione degna di nota. Non abbiamo ancora una spiegazione convincente per il suo strano comportamento, più unico che raro. Forse. Quindi, cosa provoca lo strano comportamento di KIC 8462852? Probabilmente saranno di grande aiuto le future osservazioni, anche grazie al contributo degli astrofili che possono garantire una sorveglianza pressoché costante.

     E se tale stella avesse anche degli analoghi? Un gruppo di ricercatori, guidati da Edward Schmidt (Università del Nebraska, Lincoln), si è messo nel frattempo alla ricerca di stelle con comportamenti simili, trovando ben 21 candidate!

    Schmidt e colleghi [ApJL 880 L7] hanno trovato i potenziali analoghi applicando un algoritmo di ricerca automatizzata, capace di riconoscere le curve di luce simili a quella della Stella di Boyajian, in un sottoinsieme di dati provenienti dal Northern Sky Variable Survey, un ricchissimo catalogo di curve riguardanti oltre 14 milioni di stelle variabili. Schmidt ha quindi ispezionato le sorgenti più promettenti anche tra i dati dell'All Sky Automated Survey for Supernovae (ASAS-SN), rigettando quelli facilmente riconducibili a meccanismi noti, quali la binarietà o la variabilità intrinseca, trovando alla fine le 21 candidate.

    15 di esse manifesta una variabilità lenta con tassi di oscuramento alquanto simili alla KIC 8462852 e potrebbero essere stelle molto simili ad essa. Le altre 6 manifestano invece variazioni più rapide e frequenti, quasi in una versione estrema. Nei dati di Gaia DR2 si rileva che queste stelle dalla variabilità inspiegabile si raggruppano in due precise posizioni nel diagramma H-R (colore- magnitudine), cioè stelle di una o due masse solari, rispettivamente di sequenza principale oppure giganti rosse evolute. Gli autori auspicano un’intensa campagna di studio per queste 21 candidate, certi che da esse si arriverà alla comprensione anche di KIC 8462852.

     In figura le curve di luce appartenenti alle nuove candidate “variabili inspiegabili” simili a KIC 8462852

     Riferimento:

    Edward G. Schmidt  et al. 2019, A Search for Analogs of KIC 8462852 (Boyajian's Star): A Proof of Concept and the First Candidates ApJL 880 L7

    Giuseppe Donatiello

     

  • 17/09/2019 - L’ESTINZIONE DEI DINOSAURI: FU ANCHE UN PROBLEMA DI ZOLFO
  • 21/08/2019 - NUOVO RITRATTO DI GIOVE ESEGUITO DA HUBBLE
  • 17/08/2019 - L’ORIGINE PRIMORDIALE DEI BUCHI NERI SUPERMASSICCI
Ricerca
  • Le Stelle
    195
  • Nuovo Orione
    329
  • Libri