Astro News a cura di Piero Bianucci

  • 24/11/2016 - Eccezionale foto di gruppo: ecco i 4 satelliti “Galileo” che stanno per dare vita al “GPS ...

    Eccezionale foto di gruppo: ecco i 4 satelliti “Galileo” che stanno per dare vita al “GPS europeo”

    Eccezionale foto di gruppo: ecco i 4 satelliti “Galileo” che stanno per dare vita al “GPS europeo”

     

     

    I puntini luminosi che formano in questa immagine un piccolo trapezio sono i quattro satelliti “Galileo” rilasciati dall’ultimo stadio del razzo “Ariane 5” che il 17 novembre 2016 li ha immessi in orbità portando la costellazione del sistema di navigazione europeo analogo al GPS americano a 18 satelliti su 30 complessivi, un numero sufficiente ad avviarne l’operatività sperimentale. La macchia chiara più grande è l’ultimo stadio del vettore circondato dai gas espulsi nel distacco e rilascio del carico utile.

    Ma oltre a documentare il successo del lancio, avvenuto dalla base europea di Kourou nella Guyane francese, questa immagine si presta a ricordare un importante servizio di osservazione dello spazio. La fotografia è stata acquisita dal telescopio TAROT degli istituti scientifici francesi CNES/CNRS nell’isola di Réunion 21 minuti dopo la separazione. I telescopi TAROT sono normalmente usati per avvistare le controparti ottiche dei “lampi gamma” di origine astrofisica e per tenere sotto controllo gli oggetti spaziali artificiali e i detriti in orbita alta. La sigla TAROT sta per Telescope à Action Rapide pour les Objets Transitoires. Si tratta di una rete di piccoli telescopi robotizzati, dislocati a diverse longitudini e latitudini. Ne fanno parte due strumenti da 25 centimetri di apertura in funzione al Calern Observatory sull’altopiano nell’entroterra della Costa Azzura, facente parte dell’Osservatorio di Nizza e a La Silla, all’Osservatorio Australe Europeo (ESO). Un terzo telescopio, da 18 centimetri, è quello dell’isola di Réunion che ha scattato la fotografia dei 4 satelliti Galileo. Questa rete è in funzione dal 1999 e ha come compito principale il monitoraggio dei detriti spaziali in orbita geostazionaria o nelle sottostanti orbite eccentriche come quelle dei GPS e dei Galileo. Le registrazioni avvengono automaticamente.

    Altre informazioni:

    http://m.esa.int/spaceinimages/Images/2016/11/Galileos_separated_from_Ariane_upper_stage

    Galileos separated from Ariane upper stage

    m.esa.int

    The European Space Agency portal features the latest news in space exploration, human spaceflight, launchers, telecommunications, navigation, monitoring and space science.

     

     

    http://tarot.obs-hp.fr/infos/

  • 22/11/2016 - Test di curvatura per lo specchio del “Webb Space Telescope”. Lancio nell’ottobre 2018?
  • 21/11/2016 - Il “Beagle 2” nel 2003 scese bene su Marte ma un pannello solare bloccò l’antenna
  • 20/11/2016 - Le leggi dell’elettromagnetismo sono le stesse in tutto l’universo da almeno 8 miliardi di anni
  • 19/11/2016 - L’INAF (Istituto nazionale di astrofisica), secondo al mondo per produzione scientifica
  • 18/11/2016 - Scoperto per la prima volta “ghiaccio secco” su una cometa (la “Churyumov Gerasimenko”)
  • 17/11/2016 - Lancio record: altri 4 satelliti “Galileo” in orbita con “Ariane 5”. GPS europeo quasi ...
  • 17/11/2016 - Settimana del Meteo Spaziale: l’ESA “personalizza” i servizi di sorveglianza ...
  • 16/11/2016 - All’inizio di dicembre l’Unione Europea decide il suo futuro nello spazio: in gioco 11 ...
  • 14/11/2016 - La Super-Luna di oggi 14 novembre: tanto rumore per poco
Ricerca
  • Le Stelle
    163
  • Nuovo Orione
    297
  • Libri