Astro News a cura di Piero Bianucci

  • 15/01/2017 - Nel 2022 due stelle si fonderanno dando origine a una supernova. Previsione o profezia?

    Nel 2022 due stelle si fonderanno dando origine a una supernova. Previsione o profezia?

    Nel 2022 due stelle si fonderanno dando origine a una supernova. Previsione o profezia?

    Due stelle che formano un sistema binario a 1800 anni luce da noi nella costellazione del Cigno forse in tempi brevi si fonderanno in una sola stella dando origine a una supernova visibile a occhio nudo. A questa conclusione sono arrivati Lawrence Molnar del Calvin College (Usa) e i suoi collaboratori. La stella doppia, indicata con KIC 9832227, è attualmente di magnitudine 12  e ha un periodo orbitale di appena 11 ore. Nel 2013 uno studente di Molnar scoprì che il periodo stava accorciandosi. Non dovrebbe quindi essere lontano il momento in cui le due stelle si troveranno praticamente a contatto e dopo un merger catastrofico formeranno una sola stella. Durante la fusione la binaria potrebbe raggiungere la magnitudine 2, facilmente osservabile a occhio nudo persino in luoghi con inquinamento luminoso. Ciò dovrebbe accadere nel 2022, se sono valide le simulazioni fondate sull’unico caso di merger noto. L’annuncio è  stato dato a Dallas durante il meeting invernale della American Astronomical Society. Molti astronomi si sono dichiarati scettici. Previsione o profezia? Se sono rose, fioriranno. Nell’immagine, la simulazione del merger di KIC 9832227: la stella principale è grande come il Sole, la secondaria ha una massa pari all’80 per cento della nostra stella.

    C’è un solo precedente di osservazione di un probabile merger stellare. Nel 2008 la stella V1 309 nella costellazione dello Scorpione, dopo due anni di progressivo aumento della luminosità, subì un flare vistosissimo, studiato da Romuald Tylenda, del Copernicus Center in Polonia. L’analisi di 2000 osservazioni di archivio tratte  dall’Optical Gravitational Lensing Experiment (OGLE) stabilì che V1 309 era una binaria a contatto. Dopo avere spiraleggiato l’una intorno all’altra sempre più da vicino, il “bacio” tra le due stelle era diventato troppo intimo.

    Altre informazioni:

    http://www.calvin.edu/academic/phys/observatory/MergingStar/MolnarEtAl2017.pdf

     

     

  • 14/01/2017 - Due ricercatori italiani hanno identificato tracce di vita batterica su Marte
  • 13/01/2017 - Contrordine: la Luna sarebbe nata da impatti multipli tra asteroidi e la Terra
  • 12/01/2017 - Luna: le eruzioni solari scatenano mini-fulmini ai poli del nostro satellite
  • 12/01/2017 - Materia oscura: altro esperimento ultra-sensibile non “vede” particelle Wimp
  • 11/01/2017 - “Hubble” scruta la rotta interstellare che stanno percorrendo le sonde Voyger 1 e 2
  • 10/01/2017 - Un asteroide passa a metà della distanza Terra-Luna. Era stato scoperto solo 4 ore prima
  • 09/01/2017 - Il 2016 ha stabilito il record dell’anno più caldo dall’inizio delle misure: +1,6 °C ...
  • 09/01/2017 - La NASA: “Il motore impossibile che non usa propellente ha superato i test di laboratorio”
  • 08/01/2017 - Diventa tascabile l’universo primordiale fotografato dal satellite “Planck”
Ricerca
  • Le Stelle
    166
  • Nuovo Orione
    300
  • Libri