Astro News a cura di Luigi Bignami

Fino al 13/11/2017 a cura di Piero Bianucci

  • 26/07/2017 - Sulla Stazione Spaziale sperimentazione simultanea dei sistemi di navigazione GPS e “Galileo”

    Sulla Stazione Spaziale sperimentazione simultanea dei sistemi di navigazione GPS e “Galileo”

    Sulla Stazione Spaziale sperimentazione simultanea dei sistemi di navigazione GPS e “Galileo”

    Dal 26 luglio la Stazione Spaziale Internazionale (ISS) sperimenta il segnale del sistema di navigazione europeo “Galileo” con lo scopo di integrarlo sempre meglio con il segnale del Global Positioning System (GPS) americano sviluppando nuove tecnologie. Nato per scopi militari, il GPS è stato liberalizzato dal presidente Clinton nel 2000. Le sue applicazioni civili e scientifiche da allora si sono moltiplicate a centinaia e diffuse in tutto il pianeta, dai nostri smart phone ai navigatori delle auto, ai servizi all’aviazione, alla nautica, ai trasporti commerciali su strada e su rotaia, dalla protezione civile all’intrattenimento e così via. “Galileo” arriva con molto ritardo, e all’inizio non è stato visto di buon occhio dagli Stati Uniti, che lo consideravano un concorrente. Con il tempo però si è compreso che i due sistemi non solo non si rubano il mercato ma possono integrarsi con vantaggio reciproco, e inserirsi in un campo applicativo che vede in funzione o in costruzione altri sistemi analoghi: da quello russo, ora ripristinato, a quello cinese e in futuro indiano e altri ancora.

    “Galileo”(disegno) si avvale per adesso di 18 satelliti. Ne avrà 24 quando sarà a regime, intorno al 2020. Sulla Stazione Spaziale Internazionale i suoi segnali vengono captati simultaneamente con quelli GPS per confrontarli e capire come si possano sviluppare dispositivi che li usino insieme, ottenendo una precisione e una affidabilità migliori. “Questo lavoro – dice Werner Enderle, capo dell’Ufficio ESA di supporto alla navigazione – aprirà la strada a una nuova ampia varietà di servizi e applicazioni basate sull’uso di segnali satellitari multipli.”

    Altre informazioni:

    http://m.esa.int/Our_Activities/Navigation/Galileo/What_is_Galileo

     

     

  • 25/07/2017 - Simulato l’universo per preparare la missione “Euclid” dedicata al “cosmo oscuro”
  • 24/07/2017 - Si alza il velo di mistero che copriva il moto delle nubi nell’emisfero buio di Venere
  • 23/07/2017 - Nel 2018-19 diventerà operativa l’antenna gravitazionale giapponese KAGRA. L’India insegue
  • 22/07/2017 - Premio “Enrico Fermi” a tre esploratori della fisica del neutrino: Bellini, Berezinsky e ...
  • 21/07/2017 - Un altro passo verso SKA, il colossale radiotelescopio da un chilometro quadrato
  • 20/07/2017 - Galassia iper-attiva ingrandita 11 volte grazie a una lente gravitazionale
  • 19/07/2017 - Scoperta: raggi cosmici di altissima energia intrappolati intorno al centro della Via Lattea
  • 17/07/2017 - Scoperta di astrofili americani: l’asteroide 113 Amalthea probabilmente ha una luna
  • 16/07/2017 - Finora è l’estate più calda dal 2003: iceberg in Antartide grande come la Liguria
Ricerca
  • Le Stelle
    173
  • Nuovo Orione
    307
  • Libri