Astro News a cura di Piero Bianucci

  • 15/03/2016 - Pannelli solari aperti, in volo verso Marte: tutto bene per la missione “Exomars”

    Pannelli solari aperti, in volo verso Marte: tutto bene per la missione “Exomars”

    Pannelli solari aperti, in volo verso Marte: tutto bene per la missione “Exomars”

     

    La prima missione europea destinata a scendere sul suolo di Marte ha superato le delicate operazioni di distacco dall’ultimo stadio del lanciatore russo “Proton M”, ha disteso i suoi grandi pannelli solari e ha iniziato la crociera di sette mesi che porterà al pianeta rosso l’orbiter TGO per lo studio dell’atmosfera marziana e il dimostratore di atterraggio “Schiaparelli”. Dopo il distacco del terzo stadio a 10 minuti dal lancio, lo stadio superiore “Breeze-M” con l’ogiva contenente il carico utile ha acceso quattro volte il suo motore e alle ore 21 e 13 minuti del 14 marzo ha inserito “Exomars” nella traiettoria definitiva. Alle 22,29 il centro di controllo di Darmstadt ha ricevuto dalla Stazione italiana di Malindi (Kenya) il segnale che tutto si era svolto regolarmente. Un sospiro di sollievo ha concluso una giornata di grande tensione per l’Agenzia spaziale europea, l’agenzia russa Roscosmos e l’Agenzia spaziale italiana, i tre partner dell’impresa.

    Altro batticuore, ancora più forte, bisognerà affrontare il 19 ottobre, quando “Schiaparelli” entrerà nell’atmosfera marziana e in poco meno di sei minuti dovrà rallentare fino a posarsi dolcemente sulla superficie del pianeta nel Meridiani Planum (fotografia). A bordo c’è uno strumento che per la prima volta misurerà i campi elettrici al suolo, dato che verrà correlato con la concentrazione delle polveri atmosferiche. TGO, il Trace Gas Orbiter, nell’atmosfera marziana misurerà in particolare la quantità di metano, gas a effetto serra che può fornire indizi su forme di vita passate o presenti. L’altra fondamentale funzione di TGO sarà il rilancio dei segnali radio verso la Terra fino al 2024, coprendo la seconda missione Exomars, la cui partenza avverrà nel maggio 2018 e arrivo all’inizio del 2019.

    Altre informazioni:

    http://www.media.inaf.it/2016/03/14/meridiani-planum-simone-de-angelis/

     

     

      

  • 14/03/2016 - Perfetto lancio di “ExoMars” da Baikonur verso il Pianeta Rosso
  • 13/03/2016 - ESA: i satelliti per telecomunicazioni della prossima generazione saranno a propulsione elettrica ...
  • 11/03/2016 - Fisica delle astroparticelle: l’esperimento MEG allontana il sogno della “grande ...
  • 10/03/2016 - Con “Kepler-2” e telescopi al suolo in aprile campagna mondiale di caccia a esopianeti simili ...
  • 09/03/2016 - CERN: nuova ipotesi di fisici teorici: materia oscura fatta di particelle superpesanti?
  • 08/03/2016 - Mercurio è reso scuro dai residui di una antica crosta ricca di carbonio sotto forma di grafite
  • 07/03/2016 - La missione “Exomars 2016” con il lander “Schiaparelli” pronta a partire il 14 marzo
  • 06/03/2016 - Caccia alla galassia più lontana: è di nuovo record, quasi 13,5 miliardi di anni luce
  • 04/03/2016 - Vivi per miracolo: dobbiamo ringraziare il fattore Lambda, la costante cosmologica
Ricerca
  • Le Stelle
    158
  • Nuovo Orione
    292
  • Libri