Astronews a cura di Massimiliano Razzano

Fino al 13/11/2017 a cura di Piero Bianucci, fino al 20/01/2018 a cura di Luigi Bignami

  • 05/09/2017 - Osservate sulla superficie della stella Antares due vaste regioni con correnti di gas a 20 km/s

    Osservate sulla superficie della stella Antares due vaste regioni con correnti di gas a 20 km/s

    Osservate sulla superficie della stella Antares due vaste regioni con correnti di gas a 20 km/s

    Le stelle, incluse le più grandi, se si prescinde dalle turbolenze atmosferiche, appaiono puntiformi anche se osservate con telescopi della massima potenza, al suolo o nello spazio. Tecniche sofisticate di interferometria e ottiche attive, tuttavia, almeno nel caso di stelle giganti non troppo lontane, oggi riescono a mettere in evidenza un minuscolo disco sul quale si riesce a indovinare qualche caratteristica fotosferica. Betelgeuse, più di trent’anni fa, divenne la prima stella di cui si sia intravista la superficie. Ora questo tentativo è stato fatto con Antares (il suo nome significa anti-Marte), una supergigante rossastra nella costellazione dello Scorpione, che è anche tra le stelle più luminose del cielo. Ne riferisce “Nature” del 15 agosto.

    L’immagine ottenuta, riprodotta qui accanto, mostra due vaste regioni particolarmente brillanti nelle quali sono stati osservati movimenti dei gas della fotosfera a velocità intorno a 20 chilometri al secondo. Antares si trova 550 anni luce da noi, ha una massa di 15 stelle come il Sole e una luminosità diecimila volte maggiore. Lo strumento utilizzato per scrutarne la superficie è un super-interferometro ottenuto a Monte Paranal sulle Ande del Cile facendo lavorare insieme i quattro telescopi da 8,2 metri del Very Large Telescope dell’ESO (Osservatorio australe europeo). L’insieme dei quattro telescopi raggiunge il potere risolutivo di un telescopio da 82 metri. La dinamica dei gas superficiali di Antares potrà insegnarci molte cose sulle proprietà di queste stelle supergiganti.

    Altre informazioni:

    http://www.nature.com/nature/journal/v548/n7667/full/nature23445.html?foxtrotcallback=true

     

     

  • 04/09/2017 - L’espansione accelerata dell’universo varia in funzione dell’energia oscura
  • 03/09/2017 - L’asteroide Florence ha 2 lune. Lo dicono i radiotelescopi-radar di Goldstone e Arecibo
  • 02/09/2017 - Il 15 settembre la sonda “Cassini” si tuffa su Saturno sotto il controllo del Sardinia Radio ...
  • 01/09/2017 - I pianeti simili alla Terra di Trappist-1 hanno dell’acqua ma la stanno perdendo
  • 31/08/2017 - Piogge di comete per il passaggio di stelle vicino al Sole. Lo dice il satellite europeo “Gaia”
  • 29/08/2017 - Onda gravitazionale con lampo gamma? Tutti i telescopi puntati sulla galassia NGC 6993
  • 28/08/2017 - Quando le nuvole scorrono nel cielo di Marte. Due video girati da “Curiosity”
  • 27/08/2017 - I prossimi appuntamenti con eclissi totali di Sole: 2019 e 2020 in Cile e in Argentina
  • 26/08/2017 - Via vai di asteroidi vicino alla Terra: il 1° settembre tocca al più grande tra quelli a rischio
Ricerca
  • Le Stelle
    179
  • Nuovo Orione
    313
  • Libri