Astronews a cura di Massimiliano Razzano

Fino al 13/11/2017 a cura di Piero Bianucci, fino al 20/01/2018 a cura di Luigi Bignami

  • 18/08/2017 - I pianeti senza stella vaganti nello spazio sono molto più rari di quanto si pensava

    I pianeti senza stella vaganti nello spazio sono molto più rari di quanto si pensava

    I pianeti senza stella vaganti nello spazio sono molto più rari di quanto si pensava

    I pianeti senza stella vaganti nello spazio sono probabilmente assai meno numerosi di quanto fino si è supposto. Uno studio che risale a sei anni fa aveva stimato che il loro numero potrebbe essere più del doppio di quello delle stelle, sia perché pianeti di tipo gioviano potrebbero formarsi nello spazio dove non ci sono stelle sia perché numerosi pianeti potrebbero essere stati proiettati lontano dalle loro stelle poco tempo dopo la loro formazione. Ma una ricerca recente non ha trovato tutta questa abbondanza di pianeti, che nella maggioranza dei casi dovrebbero avere appunto masse vicine a quella di Giove.

    Lo studio è stato condotto cercando l’effetto di microlente gravitazionale su 50 milioni di stelle appartenenti al nucleo centrale della nostra galassia, la Via Lattea, e solo in rare occasioni è stato osservato qualche flash dovuto all’aumento di luminosità della stella attribuibile alla microlente gravitazionale generata da qualche pianeta di passaggio, vagante nello spazio interstellare (disegno). 

    La ricerca in questione è nota come OGLE da Optical Gravitational Lensing Experiment. I casi di microlente osservati tra il 2010 e il 2015 sono stato 2617, numero che va a incrementare i 474 casi pubblicati nel 2011. Secondo quel lavoro nella sola Via Lattea i pianeti con la massa di Giove vaganti senza stella avrebbero potuto raggiungere i mille miliardi, e ancora di più sarebbero stati quelli con massa minore. Ora però un lavoro pubblicato su “Nature Astronomy” ha ridimensionato il numero di “Giovi” in 75 miliardi. Lo studio OGLE è 5 volte più accurato di quello del 2011 (che era stato diretto da Takahiro Sumi dell’Università di Osaka). Molti dei pianeti ritenuti vaganti sarebbero in realtà pianeti con orbite che si allontanano fortemente dalla loro stella.

    Altre informazioni:

    https://arxiv.org/abs/1707.07634

     

     

  • 16/08/2017 - Prima mappa a colori della Via Lattea rilasciata da “Gaia”: 18,6 milioni di stelle
  • 16/08/2017 - Galassie medusa: inedito meccanismo di alimentazione, dice una ricerca italiana su “Nature”
  • 15/08/2017 - Dal 29 settembre Il super-telescopio di Schiaparelli al museo “Leonardo da Vinci” di Milano
  • 14/08/2017 - Eclisse totale del 21 agosto in USA: una grande operazione di “citizen science”
  • 13/08/2017 - L’eclisse totale di Sole vista dagli astronauti e in streaming dall’Osservatorio della Valle ...
  • 12/08/2017 - Insolita macchia osservata sul Sole nell’aprile 2016 all’inizio del ciclo declinante
  • 11/08/2017 - L’effetto di 'lente gravitazionale debole può far nascere una nuova cosmologia
  • 10/08/2017 - Nel mare Ionio i fisici osserveranno i neutrini ma intanto scoprono che i delfini vanno a caccia ...
  • 09/08/2017 - Studiati 16 quasar estremi: intorno ai loro buchi neri si formano 4000 stelle all’anno
Ricerca
  • Le Stelle
    177
  • Nuovo Orione
    311
  • Libri