Astro News a cura di Piero Bianucci

  • 11/04/2016 - “Kepler” salvo per la terza volta: va in emergenza, è dato per perso e viene recuperato

    “Kepler” salvo per la terza volta: va in emergenza, è dato per perso e viene recuperato

    “Kepler” salvo per la terza volta: va in emergenza, è dato per perso e viene recuperato

    Si usa dire che i gatti hanno sette vite ma il satellite “Kepler” (disegno) non è da meno. Il 7 aprile i tecnici della Nasa stavano per avviare la Campagna n. 9 della caccia a pianeti di altre stelle (difficilissima ma di particolare interesse perché si trattava di orientarlo verso il centro della Via Lattea, cioè verso milioni di stelle da indagare), quando si sono accorti che “Kepler” era entrato in “Emergency Mode (EM). Già una volta, un paio di anni fa, “Kepler” era stato dato per “morto”. Questa volta sembrava che non ci fosse scampo. Invece c’è stato il miracolo: “Kepler” è vivo e combatte con noi. L’11 aprile, grazie a un intervento tecnico da Terra, il satellite è uscito dalla modalità di emergenza e ora le sue condizioni di salute sono “stabilizzate”. Le parabole del Deep Space Network hanno ripreso normalmente i contatti, l’antenna di “Kepler” ora è regolarmente rivolta verso la Terra. La Campagna n.9 consiste nella ricerca di esopianeti con il sistema del “microlensing”, cioè avvalendosi di piccole lenti gravitazionale – deformazioni gravitazionali dello spaziotempo che permettono di focalizzare luci debolissime. Nel recupero hanno collaborato l’Ames Center della Nasa in California e il Ball Aerospace and the Laboratory for Atmospheric and Space Physics presso l’Università del Colorado a Boulder. L’ultimo contatto regolare con “Kepler” si era avuto il 4 aprile. La prima missione del satellite si era conclusa nel 2012 con la scoperta di 5000 candidati esopianeti intorno a stelle nei pressi della costellazione del Cigno. Più di mille sono stati confermati. Alcuni si trovano nella regione di abitabilità delle loro stelle. Nel 2014 era iniziata la nuova missione denominata K2, rivolta anche allo studio di stelle giovani, supernove ed altri oggetti.

    Altre informazioni:

    http://www.nasa.gov/feature/ames/kepler/searching-for-far-out-and-wandering-worlds

     

  • 09/04/2016 - In ascolto per 9 anni del “fruscio” gravitazionale di 54 pulsar: per ora, solo silenzio
  • 08/04/2016 - Il più massiccio dei buchi neri (17 miliardi di masse solari) è dietro l’angolo
  • 07/04/2016 - Tutti i colori (visibili e infrarossi) della cometa Churyumov-Gerasimenko
  • 06/04/2016 - Tra due anni l’Europa esplorerà Mercurio con la missione “BepiColombo”: 4 su 11 gli ...
  • 03/04/2016 - Onde gravitazionali osservate da LIGO: nessuna coincidenza con un evento gamma
  • 02/04/2016 - Scoperta la prima pulsar nella galassia di Andromeda: ruota su se stessa in 1,2 secondi
  • 01/04/2016 - Impatto su Giove di un asteroide (o una cometa) osservato da due astronomi non professionisti
  • 01/04/2016 - Tremila disegni di bambini voleranno nello spazio a cercare altre Terre con la missione CHEOPS
  • 30/03/2016 - Dieci volte più forte del previsto il “rumore di fondo” gravitazionale. Tra qualche anno ...
Ricerca
  • Le Stelle
    158
  • Nuovo Orione
    292
  • Libri