Astro News a cura di Piero Bianucci

  • 14/06/2016 - Sarà in Italia la sede centrale dell’Osservatorio mondiale per raggi gamma in luce Cherenkov

    Sarà in Italia la sede centrale dell’Osservatorio mondiale per raggi gamma in luce Cherenkov

    Sarà in Italia la sede centrale dell’Osservatorio mondiale per raggi gamma in luce Cherenkov

     

    L’osservatorio per studiare l’universo tramite i raggi gamma a più alta energia, il Cherenkov Telescope Array, si estenderà dalle Ande del Cile alle isole Canarie ma il quartier generale per l’analisi dei dati sarà in Italia, a Bologna. E’ una assegnazione che l’Inaf, Istituto nazionale di astrofisica, ha ottenuto all’unanimità nel corso di un incontro svoltosi il 13 giugno a Monaco di Baviera, in Germania. Questo osservatorio internazionale, il più grande e sensibile mai concepito, è uno degli strumenti raccomandati per lo sviluppo della fisica fondamentale dall’European Strategic Forum for Research Infrastructures. Nel progetto confluiscono istituzioni scientifiche di trenta paesi e più di mille ricercatori del mondo intero.

    L’Italia farà la sua parte con il finanziamento del progetto “ASTRI” del ministero dell’Università e ricerca e con uno specifico finanziamento approvato dal parlamento con la legge di stabilità. Duecento saranno le persone del nostro paese coinvolte in varie sedi universitarie, dell’Inaf e dell’Infn. In particolare, l’Inaf contribuirà alla schiera di telescopi che andranno nel sito Sud del CTA, cioè presso l’area dell’Osservatorio ESO del Paranal in Cile, con 30 repliche del prototipo di SST (Small Size Telescope) realizzato nell’ambito del progetto ASTRI, inaugurato nel settembre 2014 e ora operativo presso la stazione di Serra La Nave sull’Etna (foto) dell’Osservatorio di Catania. Il Cherenkov Telescope Array registrerà i fotoni gamma ad alta energia che si rendono visibili entrando nell’atmosfera grazie all’effetto Cherenkov, scoperto negli acceleratori di particelle dal fisico russo Pavel Cherenkov, premiato con il Nobel nel 1958.

    Altre informazioni:

     

    https://it.wikipedia.org/wiki/Cherenkov_Telescope_Array

  • 13/06/2016 - Accelerazione dell’universo: +5 / +9 per cento secondo nuovi dati ottenuti con “Hubble”
  • 12/06/2016 - Come si spacca una cometa: pubblicazione scientifica di astrofili italiani
  • 11/06/2016 - “Atlante mondiale dell’inquinamento luminoso”: l’Italia è il paese peggiore del G20
  • 10/06/2016 - “Riccioli” di ammoniaca nell’atmosfera di Giove osservati con il radiotelescopio VLA
  • 09/06/2016 - Interferenza quantistica ottenuta con un solo fotone su un percorso di 5000 km Terra/satelliti
  • 08/06/2016 - Quante stelle in funzione della loro “stazza”? La risposta viene dalla Teoria delle Reti
  • 07/06/2016 - Test della sonda LISA superato: via libera alle antenne per onde gravitazionali nello spazio
  • 06/06/2016 - Microorganismi di ritorno dallo spazio: il JPL studia come resistono in ambienti estremi
  • 05/06/2016 - Prime immagini del satellite Sentinel-1 trasmesse via laser: un’arma contro i disastri naturali
Ricerca
  • Le Stelle
    155
  • Nuovo Orione
    289
  • Libri