Astronews a cura di Massimiliano Razzano

Fino al 13/11/2017 a cura di Piero Bianucci, fino al 20/01/2018 a cura di Luigi Bignami

  • 25/07/2017 - Simulato l’universo per preparare la missione “Euclid” dedicata al “cosmo oscuro”

    Simulato l’universo per preparare la missione “Euclid” dedicata al “cosmo oscuro”

    Simulato l’universo per preparare la missione “Euclid” dedicata al “cosmo oscuro”

     

    “Euclid” è una missione dell’Agenzia spaziale europea (ESA) progettata con il fine di studiare a grande scala l’universo più antico e per affrontare il problema della materia oscura. La navicella spaziale, con una massa di 2100 kg e dimensioni di 4,5 x 3,1 metri, avrà una vita operativa di sei anni, partirà nel 2020 e si concentrerà sulle galassie con redshift (spostamento verso il rosso dovuto al moto di espansione dell’universo) intorno a 2, cosa che equivale a guardare l’universo come era 10 miliardi di anni fa, quando materia ed energia oscure avevano un ruolo di protagoniste.

    Per preparare questa ricerca di importanza cruciale per la cosmologia, il team di “Euclid” ha prodotto un catalogo di galassie virtuali molto esteso, una sorta di modello dell’universo nel quale sono distribuiti due miliardi di galassie in uno spazio tridimensionale. La simulazione ha permesso di mettere in evidenza l’emergere di strutture a grande scala come ammassi e super-ammassi di galassie, sotto la regia della materia e dell’energia oscure. Il software restituisce anche alcuni aspetti come colore, luminosità ed effetti di lente gravitazionale, rispettando le distorsioni che la luce subisce nel viaggiare fino a noi dalla distanza di 10 miliardi di anni luce, cioè da quando l’universo aveva solo tre miliardi di anni.

    Nell’immagine, la simulazione di strisce di universo con l’estensione di 500 x 3800 megaparsec. Le galassie simulate complessivamente nel software rappresentano circa l'uno-due per cento di quelle che si stima esistano realmente. Un campione ancora piccolo ma già significativo.

    Altre informazioni:

    http://www.euclid-ec.org/?page_id=4133

     

     

  • 24/07/2017 - Si alza il velo di mistero che copriva il moto delle nubi nell’emisfero buio di Venere
  • 23/07/2017 - Nel 2018-19 diventerà operativa l’antenna gravitazionale giapponese KAGRA. L’India insegue
  • 22/07/2017 - Premio “Enrico Fermi” a tre esploratori della fisica del neutrino: Bellini, Berezinsky e ...
  • 21/07/2017 - Un altro passo verso SKA, il colossale radiotelescopio da un chilometro quadrato
  • 20/07/2017 - Galassia iper-attiva ingrandita 11 volte grazie a una lente gravitazionale
  • 19/07/2017 - Scoperta: raggi cosmici di altissima energia intrappolati intorno al centro della Via Lattea
  • 17/07/2017 - Scoperta di astrofili americani: l’asteroide 113 Amalthea probabilmente ha una luna
  • 16/07/2017 - Finora è l’estate più calda dal 2003: iceberg in Antartide grande come la Liguria
  • 15/07/2017 - “Gal Hassin”, centro astronomico internazionale di Isnello, festeggia il primo anno di ...
Ricerca
  • Le Stelle
    179
  • Nuovo Orione
    313
  • Libri