Astronews a cura di Massimiliano Razzano

Fino al 13/11/2017 a cura di Piero Bianucci, fino al 20/01/2018 a cura di Luigi Bignami

  • 01/09/2017 - I pianeti simili alla Terra di Trappist-1 hanno dell’acqua ma la stanno perdendo

    I pianeti simili alla Terra di Trappist-1 hanno dell’acqua ma la stanno perdendo

    I pianeti simili alla Terra di Trappist-1 hanno dell’acqua ma la stanno perdendo

    Pare che ci sia acqua su qualcuno dei sette pianeti di taglia terrestre che orbitano intorno alla stella nana Trappist-1. A questa conclusione è arrivato un gruppo di ricercatori guidato dall’astronomo svizzero Vincent Bourrier dell’Università di Ginevra che si sono serviti del telescopio spaziale “Hubble” per osservare spettroscopicamente le atmosfere dei tre pianeti che si trovano nella “zona abitabile” di questa stella il sui sistema planetario (sette pianeti) ricorda quello solare che ci ospita.

    La scoperta dei sette pianeti rocciosi di Trappist-1 risale al 22 febbraio scorso e ha fatto molto clamore perché mai si erano visti tanti pianeti affini al nostro intorno alla stessa stella, per di più relativamente vicina a noi: Trappist-1 si trova ad appena 40 anni luce.

    La presenza dell’acqua è un dato positivo, ma meno incoraggiante è il meccanismo dal quale se ne è dedotta l’esistenza. Ciò che è stato osservato, infatti, è essenzialmente un eccesso di idrogeno che sfugge dal pianeta. L’ipotesi è che quell’idrogeno derivi dalla foto-dissociazione di molecole d’acqua contenute nell’atmosfera per azione dei raggi ultravioletti emessi da Trappist-1. In sostanza, quindi, la “prova” dell’acqua è molto indiretta, e se fosse attendibile ci dice anche quel pianeta sta perdendo il suo patrimonio idrico. Il meccanismo della foto-dissociazione che scinde le molecole di vapore acqueo in due atomi di idrogeno e uno di ossigeno è infatti lo stesso che reso aridi Marte e Venere. Si calcola che quei pianeti negli ultimi 8 miliardi di anni potrebbero aver perso l’equivalente di 20 oceani terrestri.

    Nell’immagine, una ricostruzione artistica di Trappist-1 con un suo pianeta (credit ESO/N. Bartmann/ spaceengine.org).

    Altre informazioni:

    http://sci.esa.int/hubble/59451-hubble-delivers-first-hints-of-possible-water-content-of-trappist-1-planets-heic1713/

     

     

  • 31/08/2017 - Piogge di comete per il passaggio di stelle vicino al Sole. Lo dice il satellite europeo “Gaia”
  • 29/08/2017 - Onda gravitazionale con lampo gamma? Tutti i telescopi puntati sulla galassia NGC 6993
  • 28/08/2017 - Quando le nuvole scorrono nel cielo di Marte. Due video girati da “Curiosity”
  • 27/08/2017 - I prossimi appuntamenti con eclissi totali di Sole: 2019 e 2020 in Cile e in Argentina
  • 26/08/2017 - Via vai di asteroidi vicino alla Terra: il 1° settembre tocca al più grande tra quelli a rischio
  • 26/08/2017 - Forse captate onde gravitazionali a Virgo, mentre si spengono le antenne americane LIGO
  • 25/08/2017 - Il miglior candidato a satellite di un esopianeta: è come se Nettuno fosse una luna di Giove
  • 24/08/2017 - Quattro pianeti come la Terra intorno a Tau Ceti, stella simile al Sole. Due nella zona abitabile
  • 23/08/2017 - Battiston (ASI) e D’Amico (INAF) premiati al Parco Astronomico di Isnello (Sicilia)
Ricerca
  • Le Stelle
    184
  • Nuovo Orione
    318
  • Libri