Astro News a cura di Piero Bianucci

  • 06/11/2016 - Il glorioso radiotelescopio-radar di Arecibo minacciato da pesanti tagli del budget

    Il glorioso radiotelescopio-radar di Arecibo minacciato da pesanti tagli del budget

    Il glorioso radiotelescopio-radar di Arecibo minacciato da pesanti tagli del budget

    65Mentre la Cina inaugura il suo radiotelescopio da 500 metri, il glorioso radiotelescopio-radar di Arecibo, 305 metri di diametro, posto in un avvallamento tra le colline di Puerto Rico, rischia la chiusura per mancanza di fondi. Vecchio di 53 anni ma aggiornato ancora di recente, questo strumento, eccezionale non solo in ricezione ma anche in trasmissione per ottenere immagini radar di asteroidi pericolosi e per studiare l’alta atmosfera, ha prodotto grandi progressi in astronomia e astrofisica che hanno fruttato premi Nobel. La National Science Foundation (NSF, Stati Uniti) con una lettera ai “cari colleghi” ha comunicato una sostanziale riduzione dei finanziamenti e ha chiesto un piano di ricerca che tenga conto di questi tagli.

    L’attuale budget annuale dell’Osservatorio di Arecibo si aggira sui 18 milioni di euro, di cui 8 della NSF e 4 della Nasa. Altri finanziamenti vengono da varie università per sviluppare le proprie ricerche di radioastronomia. A carico della NSF sono anche il National Solar Observatory, il radiotelescopio di Green Bank in West Virginia, il Very Large Array nel New Mexico e altre strutture di ricerca; inoltre la NSF è impegnata nella costruzione del costoso Large Synoptic Survey Telescope in Cile. In questa situazione c’è il rischio che Arecibo non sia più una priorità.

    Senza il colossale radar di Puerto Rico (foto) non sarebbe più possibile studiare e tenere sotto controllo tre asteroidi che costituiscono una minaccia nei prossimi decenni: 99942 Apophis, 101955 Bennu e 1950 DA. Inoltre il radiotelescopio di Arecibo ha il 10 per cento di probabilità di identificare asteroidi che si avvicinano alla Terra e permetterebbe di guidare una eventuale operazione per deviarli. Lo smantellamento del radiotelescopio-radar, d’altra parte, avrebbe un costo notevole: si tratterebbe di rimuovere 900 tonnellate di lastre metalliche sospese su cavi lunghi 170 metri e tre gigantesche torri di sostegno. La speranza è che, con una revisione dei piani di ricerca e appelli di semplici cittadini, si riesca a prolungare la vita di Arecibo almeno fino al 2026.

    Altre informazioni:

    https://www.nsf.gov/mps/ast/env_impact_reviews/arecibo/arecibo_drafteis.jsp

    https://www.nsf.gov/pubs/2016/nsf16144/nsf16144.jsp

     

     

  • 05/11/2016 - Il quasar più lontano visto nei raggi gamma con la miglior lente gravitazionale. Trionfo di ...
  • 04/11/2016 - Prima immagine a colori del lander “Schiaparelli” su Marte. Nuove foto inviate dal satellite ...
  • 03/11/2016 - Giornata internazionale dei raggi cosmici: hanno partecipato 600 studenti italiani
  • 02/11/2016 - Bloccato alle isole Hawaii, il telescopio Usa da 30 metri forse andrà a La Palma nelle Canarie
  • 01/11/2016 - Gli effetti del nuovo terremoto in Centro Italia misurati dai satelliti Sentinel-1 e Cosmo Sky-Med ...
  • 01/11/2016 - 2016: minimo storico dei ghiacci del mare Artico e scomparsa dell’”Oscillazione ...
  • 31/10/2016 - Scoperte 18 stelle “schiacciate” dalla rapida rotazione. L’Inaf le paragona a “zucche di ...
  • 30/10/2016 - “Science”: un asteroide largo 60 km che correva a 15 km/s ha formato il Mare Orientale sulla ...
  • 29/10/2016 - Requiem per il lander “Schiaparelli” su Marte. Scoperti due nuovi satelliti di Urano?
Ricerca
  • Le Stelle
    167
  • Nuovo Orione
    301
  • Libri