Astro News a cura di Piero Bianucci

  • 20/12/2015 - Battezzati 31 esopianeti e 14 stelle con referendum mondiale: l’Italia battezza i pianeti di una ...

    Battezzati 31 esopianeti e 14 stelle con referendum mondiale: l’Italia battezza i pianeti di una pulsar

    Battezzati 31 esopianeti e 14 stelle con referendum mondiale: l’Italia battezza i pianeti di una pulsar

     

     

    L’Unione Astronomica Internazionale (IAU) ha battezzato 14 stelle e 31 esopianeti che orbitano intorno ad esse accogliendo altrettanti nomi selezionati con un referendum popolare internazionale. Mai prima d’ora la IAU aveva battezzato stelle. Quelle che hanno un nome lo devono a una tradizione millenaria (è il caso di Betelgeuse, Rigel, Aldebaran e così via, circa un centinaio in totale) o, molto più raramente, a un precedente storico almeno secolare (per esempio la Stella di Barnard e la Stella di Kapteyn). Nessun fondamento hanno ovviamente i nomi di stelle “venduti” per una manciata di euro da imbroglioni ad acquirenti ingenui e disinformati, una truffa che non si riesce ancora a estirpare.

    Il battesimo dei 31 esopianeti risponde a esigenze di praticità (per evitare sigle astruse), di comunicazione al grande pubblico, e anche un po’ di propaganda per la scienza astronomica. Le 14 stelle con esopianeti hanno ricevuto un nome di conseguenza, anche quando erano già ben identificabili: per esempio il pianeta 42 Draconis b – con massa 1,233 volte quella terrestre e un anno di 479 giorni – ora si chiama Orbitar, e la sua stella 42 Draconis è diventata Fafnir.

    Al referendum hanno partecipato esponenti di associazioni astronomiche di 182 paesi, che complessivamente hanno inviato alla IAU 573.242 voti. I paesi che hanno “piazzato” un loro nome sono Canada, Giappone, Stati Uniti, Tailandia, Svizzera, Olanda, Siria, Messico, Francia, Spagna, Australia, Italia e Marocco. A noi è toccato battezzare la pulsar PSR 1257+12: d’ora in poi si chiamerà Lich e i suoi tre “esopianeti” saranno Draugr, Poltergeist e Phobetor.

    Nel disegno, un campionario di esopianeti scoperti con il satellite “Kepler” (Nasa) messi a confronto con Giove.

    Altre informazioni:

    http://www.skyandtelescope.com/astronomy-news/iau-names-stars-and-planets-121820155/?utm_source=newsletter&utm_campaign=sky-mya-at-151218&utm_content=807875_SKY_HP_151218&utm_medium=email

     

     

  • 19/12/2015 - Natale con l’asteroide 2003 SD220, nella lista di quelli “visitabili”
  • 19/12/2015 - Sciami di meteoriti modificano la composizione dell’esosfera intorno alla Luna
  • 17/12/2015 - Partiti altri due satelliti “Galileo”. Si avvicinano i lanci di “JWT” e di “Euclide”
  • 17/12/2015 - DAMPE a caccia di materia oscura: satellite progettato dall’Infn messo in orbita dalla Cina
  • 16/12/2015 - Osservata per la prima volta la sintesi del sodio come avviene nelle stelle giganti rosse
  • 15/12/2015 - L’universo è più vuoto del previsto: lo dice il più grande censimento di superammassi di ...
  • 14/12/2015 - Conferenza di Parigi: accordo tra 183 paesi per salvare la Terra dall’effetto serra
  • 13/12/2015 - Scoperta la prima pulsar nella galassia di Andromeda: verso un catalogo di stelle di neutroni ...
  • 11/12/2015 - Scoperta una stella “fredda” con un ciclone simile alla Grande Macchia Rossa di Giove
Ricerca
  • Le Stelle
    158
  • Nuovo Orione
    292
  • Libri