Astro News a cura di Piero Bianucci

  • 12/08/2015 - Scoperto il più piccolo dei buchi neri supermassicci: “E’ un ossimoro cosmico” dicono gli ...

    Scoperto il più piccolo dei buchi neri supermassicci: “E’ un ossimoro cosmico” dicono gli scienziati

    Scoperto il più piccolo dei buchi neri supermassicci: “E’ un ossimoro cosmico” dicono gli scienziati

     

     

    Gli astronomi che lavorano con il satellite per raggi X “Chandra” della Nasa e con il Clay Telescope da 6,5 metri in Cile lo hanno definito un buco nero “ossimoro”. L’ossimoro è una figura retorica che consiste nell’accostamento di due parole antitetiche: una giovane vecchiaia, un chiara oscurità, una povera ricchezza… In questo caso si tratta della scoperta del più piccolo (come massa) buco nero massiccio mai osservato nel centro di una galassia. Dunque un buco nero caratterizzato da una piccola grandezza o se volete da una grande piccolezza (di massa). Il buco nero in questione ha una massa di 50 mila stelle come il Sole, davvero poco per essere un super-buco nero centrale di una galassia. Si trova nel cuore della galassia nana RGG 118 (foto), a 340 milioni di anni luce da noi ed era già noto grazie alla Sloan Digital Sky Survey. Questo oggetto è 200 mila volte meno massiccio dei normali super-buchi neri delle galassie e persino 100 volte meno massiccio del buco nero della nostra Via Lattea, che è considerato tra i più piccoli. Gli autori della ricerca, pubblicata su “The Astrophysical Journal Letters”, hanno calcolato la massa del buco nero- ossimoro misurando l’accelerazione del gas che vi precipita dentro e ritengono che questo lavoro sarà utile pe capire meglio come si formano i buchi neri più massicci.

     

    Altre informazioni: http://arxiv.org/abs/1506.07531

  • 09/08/2015 - La costante di gravitazione universale (G) è davvero costante: verificata su una pulsar usata come ...
  • 09/08/2015 - Meteoriti del tipo condrite H (le più comuni): non tutte sono riconducibili al pianetino Hebe
  • 07/08/2015 - Il 13 agosto passa al perielio la cometa Churyumov-Gerasimenko: difficoltà per le osservazioni di ...
  • 05/08/2015 - Ecco la prima immagine trasmessa satellite meteorologico europeo MSG-4 (Eumetsat)
  • 05/08/2015 - Spiegata la scarsità di litio nelle stelle primordiali: studio della SISSA salva la nucleosintesi ...
  • 01/08/2015 - Buchi neri, pulsar e cosmologia: selezionate dalla Nasa 5 missioni, la prima partirà nel 2020
  • 31/07/2015 - Su “Science” i primi tre giorni su una cometa “raccontati” dal lander “Philae”
  • 30/07/2015 - Team italiano scopre il pianeta roccioso più vicino alla Terra: è a 21 anni luce
  • 30/07/2015 - Paolo Nespoli, non c’è due senza tre: nel 2017 tornerà sulla ISS da veterano dello spazio
Ricerca
  • Le Stelle
    155
  • Nuovo Orione
    289
  • Libri