Astronews a cura di Massimiliano Razzano

Fino al 13/11/2017 a cura di Piero Bianucci, fino al 20/01/2018 a cura di Luigi Bignami

  • 23/10/2008 - L’India arriva sulla Luna

    L’India arriva sulla Luna

    L’India arriva sulla Luna

    Mentre da otto anni la Nasa e il presidente degli Stati Uniti parlano del ritorno sulla Luna, gli indiani ci vanno. Una navicella spaziale partita dal Satish Dhawan Space Center di Sriharikota (India) da ieri è in viaggio verso il nostro satellite. Il lancio è avvenuto alle 2,52 ora italiana del 22 ottobre e in 20 minuti “Chandrayaan-1” – questo il nome della piccola astronave, riprodotta nel disegno – ha raggiunto un’orbita molto allungata intorno alla Terra. Nelle prossime due settimane il suo percorso diventerà sempre più ellittico, fino a prendere lo slancio sufficiente per uscire dal campo gravitazionale terrestre e per farsi catturare dall’attrazione lunare. A questo punto piccole manovre con i motori di bordo aggiusteranno l’orbita di “Chandrayaan-1” fino a renderla quasi perfettamente circolare a 100 chilometri sopra la superficie della Luna. Una sonda, "Moon Impact Probe", verrà allora sparata verso il nostro satellite, a simboleggiare la conquista dell’India, il primo passo nello spazio interplanetario, mentre la navicella, con a bordo 11 strumenti, continuerà a girare intorno alla Luna raccogliendo dati geologici.

    L’Esa, Agenzia spaziale europea, è presente su "Chandrayaan-1" con tre strumenti: uno spettrometro a raggi X di fabbricazione inglese misurerà la quantità di magnesio, alluminio, silicio, ferro e titanio sulla superficie lunare; uno spettrometro infrarosso realizzato in Germania dal Max Planck Institut esplorerà gli strati geologici superficiali della crosta lunare e ne valuterà le risorse minerali; infine uno strumento svedese studierà le interazioni tra il vento solare e i minerali lunari e rileverà le anomalie magnetiche del nostro satellite.

    La collaborazione tra Esa ed ente spaziale indiano risale al 1978. L’ultimo rinnovo dell’accordo arriva fino al 2012. Nella nuova corsa alla Luna (il 21 luglio 2009 saremo a 40 anni dal primo sbarco) è in prima fila anche la Cina. Esa e Giappone da un decennio sviluppano programmi lunari. L’esperienza della navicella europea “Smart-1” è stata preziosa per rendere scientificamente più interessante la missione indiana.

  • 17/10/2008 - Stelle di neutroni: una nuova e una vecchia
  • 17/10/2008 - Il Sole si è svegliato: prima macchia del 24° ciclo
  • 16/10/2008 - “Messenger”: altro record, questa volta di velocità
  • 16/10/2008 - Mars Expresse: Phobos è un satellite “di recupero
  • 15/10/2008 - Messaggio agli alieni spedito dall'Ucraina
  • 13/10/2008 - Vista da Venere, la Terra è abitabile
  • 09/10/2008 - "Messenger" sfiora Mercurio: record di precisione
  • 06/10/2008 - In avaria il telescopio spaziale "Hubble"
  • 06/10/2008 - Con un “mappamondo orientato” parte l’IAY 2009
Ricerca
  • Le Stelle
    191
  • Nuovo Orione
    325
  • Libri