Astronews a cura di Massimiliano Razzano

Fino al 13/11/2017 a cura di Piero Bianucci, fino al 20/01/2018 a cura di Luigi Bignami

  • 23/12/2008 - Inaugurata in Cile la prima antenna di ALMA

    Inaugurata in Cile la prima antenna di ALMA

    Inaugurata in Cile la prima antenna di ALMA

    A 5000 metri quota, nel deserto di Atacama, il più arido del mondo, la prima delle 66 antenne del radiotelescopio ALMA è da qualche giorno operativa. Siamo sull’altopiano di Chajnantor, nel Nord del Cile. Qui sta nascendo il più avanzato e potente strumento per osservare l’universo nelle lunghezze d’onda millimetriche e submillimetriche, al confine tra l’infrarosso estremo e la banda radio. Più precisamente, la grande schiera di parabole ascolterà i segnali del cosmo alle lunghezze d’onda tra 0,3 e 9,6 millimetri.

    Quando lo strumento sarà completato, le 66 antenne lavoreranno insieme come un solo grande radiotelescopio e potranno operare anche come interferometro ad altissima risoluzione.

    Le parabole avranno diametri di 12 e di 7 metri e serviranno a studiare l’universo “freddo”: nebulose di gas molecolari e granelli di polvere nei dischi protoplanetari che avvolgono le stelle più giovani, spingendosi fino alla distanza di dieci miliardi di anni luce, per vedere le stelle primordiali.

    La prima grande antenna a parabola da 12 metri, realizzata da Mitsubishi (il Giappone è partner di ALMA, insieme con l’Osservatorio australe europeo, Usa, Taiwan), ha una superficie levigata con la precisione pari allo spessore di un capello e può essere puntata con l’esattezza pari all’angolo sotteso da una palla da tennis a 15 chilometri, benché pesi 100 tonnellate. La schiera di antenne si estenderà per 16 chilometri e la risoluzione che potrà raggiungere è di 5 millesimi di secondo d’arco, dieci volte meglio del telescopio spaziale “Hubble”.

    Per l’uso inteferometrico le antenne potranno essere trasportate in modo da riconfigurare il radiotelescopio a seconda della risoluzione desiderata. Uno speciale sistema di traino lungo venti metri e largo 12, dotato di 28 ruote, servirà per gli spostamenti.

  • 22/12/2008 - Ecco come Venere ha perso la sua acqua
  • 18/12/2008 - Base spaziale in Kenya: rivive il sogno di Luigi Broglio
  • 15/12/2008 - Quattro giovani pronti al soggiorno su Marte (simulato)
  • 11/12/2008 - Sagittarius A visto come 1 euro a 10 mila km!
  • 11/12/2008 - La “firma” della vita sul pianeta di un’altra stella
  • 09/12/2008 - "Messenger": grandi manovre vicino a Mercurio
  • 09/12/2008 - Morto Giuseppe Cocconi, il fisico che cercava E.T.
  • 05/12/2008 - Tre studenti scoprono un pianeta "speciale"
  • 04/12/2008 - Su “Nature” i segreti dell’atmosfera di Venere
Ricerca
  • Le Stelle
    195
  • Nuovo Orione
    329
  • Libri