Astro News a cura di Luigi Bignami

Fino al 13/11/2017 a cura di Piero Bianucci

  • 24/03/2017 - Prima assoluta: ricercatori italiani scoprono una “miniera” di ferro in una doppia pulsar

    Prima assoluta: ricercatori italiani scoprono una “miniera” di ferro in una doppia pulsar

    Prima assoluta: ricercatori italiani scoprono una “miniera” di ferro in una doppia pulsar

    La pulsar doppia Psr J0737-3039 è costituita da due stelle di neutroni molto vicine: orbitano intorno al comune baricentro a meno di un milione di chilometri l’una dall’altra, un centocinquantesimo della distanza Terra-Sole. La fortissima interazione gravitazionale genera nella pulsar più lenta e di massa minore l’emissione di radiazione ad alta energia: l’osservatorio spaziale europeo XMM-Newton ha infatti captato radiazione X proveniente dal sistema Psr J0737-3039. Ma la cosa più interessante, una “prima” assoluta, è che nello spettro X è i ricercatori hanno riconosciuto la riga del ferro a 6-7 keV (disegno). Questa pulsar binaria, già nota per varie singolarità, è dunque anche una miniera di ferro cosmica.

     

    La scoperta è firmata da Alberto Pellizzoni con Elise Egron (Inaf) e Maria Noemi (Asi), due ricercatrici che lavorano al Sardinia Radio Telescope, da poco in funzione vicino a Cagliari. Il ferro è l’ultimo elemento che si forma nelle stelle massicce alla fine della loro evoluzione: la sintesi dei suoi nuclei ha un bilancio energetico passivo, cioè assorbe più energia di quanta ne liberi. Ciò fa sì che la stella collassi ed esploda come supernova.

    La scoperta del ferro in Psr J0737-3039 testimonia la presenza di materiale circumstellare, forse legato ai resti di un disco di accrescimento sopravvissuto a ben due esplosioni di supernova che tra 50 e 200 milioni di anni fa hanno posto fine alla vita delle stelle progenitrici delle due pulsar. L’emissione, associata alla presenza di ferro, è tipica dei sistemi binari con stelle di neutroni o buchi neri che si accrescono risucchiando materia da una compagna. Il processo è ben noto ma finora non era mai stata osservata nelle pulsar, né in quelle isolate né in quelle binarie.

    Altre informazioni:

     

    https://arxiv.org/abs/1512.03241

  • 23/03/2017 - Microbi partiti dal Sahara si sono adattati ai ghiacciai alpini: potrebbero vivere su Marte?
  • 22/03/2017 - Se avessimo occhi magnetici vedremmo la Terra così. Qui forse cadde un asteroide.
  • 22/03/2017 - Una frana mette a nudo il nucleo profondo della cometa Churyumov-Gerasimenko
  • 21/03/2017 - Le cellule immunitarie in assenza di peso tornano alla loro funzionalità in 42 secondi
  • 20/03/2017 - Troppo caldo il polo sud di Encelado, satellite di Saturno con un mare sotterraneo e geyser
  • 19/03/2017 - L’enigma di un super-Giove lontanissimo dal disco protoplanetario della sua giovane stella
  • 18/03/2017 - Tre studenti napoletani primi su 3400 candidati per un progetto del Lunar X Prize
  • 17/03/2017 - La teoria “It from Qubit”: lo spazio-tempo è un insieme di informazioni quantistiche correlate
  • 16/03/2017 - Svelato il volto di Pan, piccola luna di Saturno scoperta nel 1990. Sembra un disco volante
Ricerca
  • Le Stelle
    173
  • Nuovo Orione
    307
  • Libri