Astro News a cura di Piero Bianucci

  • 04/12/2015 - Risolto l’enigma delle stelle degli ammassi globulari che contraddicevano i modelli evolutivi

    Risolto l’enigma delle stelle degli ammassi globulari che contraddicevano i modelli evolutivi

    Risolto l’enigma delle stelle degli ammassi globulari che contraddicevano i modelli evolutivi

     

    Credevamo di conoscere bene la natura degli ammassi globulari – insiemi di centinaia di migliaia di stelle riunite in uno spazio sferico compatto che orbitano intorno alle galassie – ma ci sbagliavamo. Le loro stelle sono tutte molto antiche ma non hanno esattamente la stessa età e non sono simili tra loro come si pensava. Nel 2013 una ricerca pubblicata su “Nature” mise in crisi il modello classico di evoluzione stellare suggerendo che negli ammassi globulari le stelle di popolazione 2 non attraversassero la fase Agb corrispondente nel diagramma HR al “ramo asintotico delle stelle giganti”. Ora un lavoro a cui hanno contribuito due ricercatori dell’Inaf, Sara Lucatello e Santi Cassini, pubblicato su “The Astrophysical Journal”, confema la correttezza degli attuali modelli di evoluzione stellare in seguito alla scoperta di stelle ricche di alluminio evolutesi in quattro ammassi globulari della nostra galassia.

    Nella prima generazione stellare, alluminio e sodio sono scarsi, mentre nella seconda le stelle sono contengono elementi sintetizzati nella prima popolazione. Lo studio delle abbondanze chimiche permette di stabilire a quale popolazione appartengono le stelle osservate e quindi i relativi rapporti di popolazione. Finora erano state trovate due popolazioni di stelle in diversi stadi evolutivi, ma le stelle della fase Agb denunciavano una composizione chimica tipica della prima popolazione, cioè con basso contenuto di sodio e alluminio. Il nuovo studio su una decina di ammassi globulari della Via Lattea ha riconfigurato le due popolazioni accertando in 4 di essi la presenza di stelle ricche di alluminio. M13 (foto), nella costellazione di Ercole, è il primo ammasso globulare in cui sono state riconosciute stelle di seconda generazione nella fase Agb del diagramma HR.

    L’articolo originale: http://arxiv.org/abs/1511.05714

     

     

  • 03/12/2015 - Riuscito a Kourou il lancio di “LISA Pathfinder”, precursore delle antenne gravitazionali ...
  • 02/12/2015 - SOHO compie vent’anni di osservazioni solari: prodotti 5000 articoli, scoperte più di tremila ...
  • 30/11/2015 - Dentro il “cuore” di LISA Pathfinder, test decisivo per la caccia alle onde gravitazionali
  • 30/11/2015 - Si chiama V774104, è l’oggetto più lontano che sia stato scoperto nel Sistema solare
  • 29/11/2015 - Enigmatico doppio “lampo radio veloce” captato in Australia documenta l’espansione ...
  • 26/11/2015 - I due “Exomars” pronti a spiccare il volo verso Marte. “Schiaparelli” farà da apripista, ...
  • 25/11/2015 - Conferma: è uno sciame di comete a oscurare una misteriosa stella segnalata dal satellite ...
  • 24/11/2015 - “LISA Pathfinder” parte il 2 dicembre: si apre la caccia alle onde gravitazionali con antenne ...
  • 23/11/2015 - Nuovo telescopio-robot della Nasa terrà sotto controllo la spazzatura spaziale
Ricerca
  • Le Stelle
    157
  • Nuovo Orione
    291
  • Libri