Astronews a cura di Massimiliano Razzano

Fino al 13/11/2017 a cura di Piero Bianucci, fino al 20/01/2018 a cura di Luigi Bignami

  • 23/05/2017 - Scuola estiva di astronomia all’Osservatorio della Valle d’Aosta: aperte le iscrizioni

    Scuola estiva di astronomia all’Osservatorio della Valle d’Aosta: aperte le iscrizioni

    Scuola estiva di astronomia all’Osservatorio della Valle d’Aosta: aperte le iscrizioni

     

    Una settimana di formazione alla scienza del cielo: da lunedì 24 a venerdì 28 luglio si terrà a Lignan, frazione del Comune di Nus (Aosta), la Scuola Estiva di Astronomia, giunta alla 14esima edizione, organizzata dalla Fondazione Clément Fillietroz che gestisce l’Osservatorio Astronomico della Regione Autonoma Valle d’Aosta (OAVdA) e il Planetario di Lignan. L’iniziativa si rivolge soprattutto agli insegnanti e agli astrofili più esperti, ma è aperta a tutte le persone interessate ad approfondire le conoscenze in ambito astronomico (nella foto, l’Osservatorio).

     

    Grazie alla collaborazione con Università di Camerino, quest’anno la Scuola offre due importanti novità. Gli iscritti che ne hanno diritto potranno ottenere il riconoscimento della partecipazione come attività formativa. Il numero di crediti riconoscibili varia a seconda della categoria di appartenenza – studenti di scuola secondaria di 2° grado, studenti universitari, docenti scolastici – e delle ore di frequenza effettivamente svolte. Inoltre i docenti scolastici potranno utilizzare per la quota di iscrizione i 500 euro per l’aggiornamento e la formazione.

     

    Il programma prevede 37 ore complessive, suddivise in 23 ore di lezioni teoriche, 9 ore di applicazioni didattiche rivolta a differenti target (dalla scuola primaria alla scuola secondaria di 2° grado), 5 ore di attività pratiche al telescopio.

     

    Il titolo della Scuola estiva 2017 è “Questo sorprendente Sistema Solare”. Agli interventi dei fisici dell’OAVdA, si aggiungono quelli di relatori provenienti da altri istituti di ricerca italiani: Giovanni Valsecchi, ricercatore all’INAF-Istituto di Astrofisica e Planetologia Spaziali di Roma, uno dei massimi esperti mondiali di meccanica celeste terrà una lezione sull’ipotetico “pianeta 9” del sistema solare; Gabriele Giuli, ricercatore dell’Università di Camerino, riferirà sulle sue ricerche di meteoriti in Antartide e sui crateri da impatto sulla superficie terrestre; Alessandro Blasetti porterà la sua esperienza di responsabile del Museo delle Scienze dell’Università di Camerino.

     

    Costo di iscrizione all’intero corso: € 250,00. Costo di una singola giornata: € 65,00. Per la partecipazione è richiesta la compilazione della scheda di iscrizione, scaricabile dal sito web 

     

    www.oavda.it

  • 22/05/2017 - Ecco l’intero anello di polveri intorno alla stella Fomalhaut: ricorda il Sole da giovane
  • 21/05/2017 - L’esperimento XENON1T funziona bene ma nei primi 30 giorni non ha visto materia oscura
  • 20/05/2017 - INRiM: nasce la geodesia relativistica grazie agli orologi ottici di ultima generazione
  • 18/05/2017 - Il monossido di carbonio è una spia della massa sia delle galassie sia delle stelle
  • 18/05/2017 - Simulazione meteo: il pianeta di Proxima Centauri può avere clima stabile e acqua liquida
  • 15/05/2017 - Il cielo in raggi X: ecco le 30 mila sorgenti individuate dal satellite europeo “XMM-Newton”
  • 14/05/2017 - Quaranta anni luce è la distanza minima per non essere sterminati da una supernova
  • 13/05/2017 - Così le comete si dotano di chioma e coda: simulata la dinamica tra vento solare e gas cometari
  • 12/05/2017 - L’Africa sta costruendo una grande rete di radiotelescopi: in Ghana la prima parabola
Ricerca
  • Le Stelle
    180
  • Nuovo Orione
    314
  • Libri