Astronews a cura di Massimiliano Razzano

Fino al 13/11/2017 a cura di Piero Bianucci, fino al 20/01/2018 a cura di Luigi Bignami

  • 18/11/2018 - QUATTRO GIGANTI ATTORNO A UNA BAMBINA

    QUATTRO GIGANTI ATTORNO A UNA BAMBINA

    QUATTRO GIGANTI ATTORNO A UNA BAMBINA

    CI Tau è una giovane stella che si trova a circa 500 anni luce di distanza, in una regione di alta produzione stellare, una vera e propria nursery della Galassia. Ha solo 2 milioni di anni - una bambina in termini astronomici - ed è circondata da un enorme disco protoplanetario di polveri e ghiacci, dove si stanno formando pianeti, lune e asteroidi.

    Nel disco di CI Tau era già stato scoperto un enorme pianeta (il primo “gioviano caldo”), in orbita molto vicino a questa stella così giovane. Sebbene i gioviani caldi siano stati il ​​primo tipo di pianeta extrasolare scoperto, la loro esistenza ha a lungo confuso gli astronomi, poiché sembrano troppo vicini alle loro stelle genitrici per essersi formati dove li osserviamo.

    Utilizzando l’Atacama Large Millimeter/submillimeter Array (ALMA), un team di ricercatori guidati dall’Università di Cambridge ha osservato CI Tau per osservarne il disco, rilevando così tre distinte lacune che sono probabilmente causate da altri tre pianeti giganti gassosi (vedi un’illustrazione artistica in Figura).

    Questi si aggiungono al già noto gioviano caldo, che si trova a una distanza simile a quella di Mercurio dal Sole, mentre i tre nuovi pianeti orbitano molto più distanti: il più lontano si trova a una distanza da CI Tau oltre tre volte maggiore di quella di Nettuno dal Sole. Inoltre, i due pianeti più esterni hanno masse simili a quella di Saturno, mentre il secondo più interno ha una massa di circa dieci volte quella di Giove.

    La scoperta solleva molte domande: circa l’1% delle stelle ospita gioviani caldi, ma sono in genere molto più vecchie di CI Tau. Come hanno fatto questi pianeti a formarsi così rapidamente, soprattutto quelli situati a grandi distanze dalla stella? (fonte: Media-INAF).

    Piero Stroppa

  • 18/11/2018 - GIOVE SVELATO DA SCIENZIATI AMATORIALI (O ARTISTI)?
  • 18/11/2018 - LA GALASSIA PIÙ LUMINOSA DELL’UNIVERSO
  • 18/11/2018 - UN ENORME CRATERE SOTTO I GHIACCI IN GROENLANDIA
  • 18/11/2018 - La Stella di Barnard ha un pianeta
  • 18/11/2018 - Il moto di Beta Pictoris b intorno alla sua stella ripreso dal VLT
  • 06/11/2018 - Idrogeno, quel “bagliore” primordiale che illumina le prime galassie
  • 04/11/2018 - LE FASI LUNARI DI NOVEMBRE
  • 02/11/2018 - La “stella in scatola” che svela il mistero delle pulsar
  • 01/11/2018 - Mai così prossimi al punto di non ritorno
Ricerca
  • Le Stelle
    186
  • Nuovo Orione
    320
  • Libri