Astro News a cura di Luigi Bignami

Fino al 13/11/2017 a cura di Piero Bianucci

  • 01/01/2017 - Dopo l’Epifania forse sarà visibile (al binocolo) una debole cometa

    Dopo l’Epifania forse sarà visibile (al binocolo) una debole cometa

    Dopo l’Epifania forse sarà visibile (al binocolo) una debole cometa

    In ritardo sul Natale ma non sull’Epifania, una (probabile) cometa solcherà il cielo nei prossimi giorni e potrebbe diventare abbastanza luminosa da essere accessibile a un binocolo. L’ha avvistata il satellite della missione spaziale della Nasa NeoWise (disegno), che opera nell’infrarosso alla ricerca di oggetti che passano in vicinanza dell’orbita della Terra. Indicata come C/2016 U1, la cometa sarà visibile a sud-est poco prima dell’alba nei primi giorni del 2017. Raggiungerà il perielio, all’interno dell’orbita di Mercurio, il 14 gennaio per poi svoltare di nuovo verso l’esterno del Sistema solare. Dai primi calcoli il suo periodo orbitale è dell’ordine delle migliaia di anni.

     

    C / 2016 U1, ha buone possibilità di diventare visibile utilizzando un buon binocolo, anche se non possiamo esserne sicuri, dato che la luminosità di una cometa è notoriamente imprevedibile» ha dichiarato Paul Chodas, direttore del Centro per gli studi sui NEO (Near Earth Objects) della NASA presso il Jet Propulsion Laboratory di Pasadena, in California.

    NeoWise ha anche avvistato, il 27 novembre, un oggetto di natura incerta, tra l’asteroide e la cometa, indicato come 2016F9. Il suo periodo orbitale è di poco meno di cinque anni e va dall’orbita di Giove a quella di Marte. Il 25 febbraio 2017 toccherà la minima distanza dalla Terra, a 51 milioni di chilometri da noi. 2016 WF9 sarebbe la decima cometa scoperta dalla riattivazione del programma NeoWise nel 2013 mentre se dovesse essere classificato come asteroide sarebbe il centesimo. Il suo diametro è stimato da 0,5 e 1 chilometro, e la sua superficie è molto scura. Non si nota al momento una chioma significativa.  «Questo oggetto – dice James Bauer, primo ricercatore di NeoWise – dimostra che il confine tra asteroidi e comete è incerto. Forse nel tempo ha perso la maggior parte delle sostanze volatili che si trovavano sopra o appena sotto la sua superficie».   di esso».

     Altre informazioni:

    http://neowise.ipac.caltech.edu/

     

  • 01/01/2017 - Il 2017 in Italia è iniziato con un secondo in più (alle 00:59:59). L'INRiM: ecco il perché
  • 31/12/2016 - Capodanno simulato su Marte: da oggi al 15 gennaio 2017 test di Ilaria Civelli nel deserto Usa
  • 31/12/2016 - “Science” proclama le onde gravitazionali “scoperta dell’anno 2016”. Ben piazzati gli ...
  • 30/12/2016 - Scoperta: le micrometeoriti urbane hanno una composizione diversa da quelle antartiche
  • 29/12/2016 - Proxima Centauri ha 6 miliardi di anni: il suo pianeta potrebbe avere sviluppato forme di vita
  • 27/12/2016 - E’ morta Vera Rubin, grande esploratrice della materia oscura. Aveva 88 anni
  • 27/12/2016 - Nuovo modello di mass ejection dal Sole aiuta a capire la formazione delle stelle
  • 26/12/2016 - Esperimento epocale al CERN: lo spettro dell’antimateria è identico a quello della materia
  • 25/12/2016 - La notte del 31 gennaio 2016 tutti gli orologi del mondo si fermeranno per un secondo
Ricerca
  • Le Stelle
    172
  • Nuovo Orione
    306
  • Libri