Astronews a cura di Massimiliano Razzano

Fino al 13/11/2017 a cura di Piero Bianucci, fino al 20/01/2018 a cura di Luigi Bignami

  • 08/04/2017 - Più di 60 mila persone già salvate grazie a satelliti artificiali. Collabora anche “Galileo”

    Più di 60 mila persone già salvate grazie a satelliti artificiali. Collabora anche “Galileo”

    Più di 60 mila persone già salvate grazie a satelliti artificiali. Collabora anche “Galileo”

    I satelliti di geo-localizzazione “Galileo” (che rappresentano la versione europea del GPS americano), oltre ad avere come finalità servizi di navigazione e posizionamento esclusivamente di tipo civile (mentre il GPS dipende dal mistero della difesa statunitense), svolgono anche un preziosa funzione di protezione civile. E’, questa, una ricaduta dei programmi scientifici e commerciali che da quarant’anni sviluppa l’Agenzia Spaziale Europea.

     

    Un servizio di “Galileo” per la ricerca e il salvataggio di persone e popolazioni in caso di incidenti e calamità naturali basato su punti di riferimento geolocalizzati in mare (fotografia) e sulla terraferma permette di salvare innumerevoli vite umane. Questo servizio è il contributo europeo al sistema satellitare internazionale Cospas-Sarsat, che è già servito a soccorrere più di 42 mila persone da quando questa attività incominciò a funzionare nel 1982.

    Il centro operativo si trova a Monaco, in Germania, ed è responsabile dell’area geografica che si estende dal 55° parallelo al polo Nord. La radio-frequenza prescelta è 406 MHz.  Di recente il servizio ha permesso di identificare il punto in cui era precipitato un elicottero norvegese con la precisione di 100 metri, contro il chilometro e mezzo dei sistemi più convenzionali.

    La tecnologia destinata alle operazioni di salvataggio montata a bordo dei satelliti pesa solo 8 chilogrammi e assorbe appena il 3 per cento dell’energia utilizzata dal satellite. Il costo del servizio di soccorso rappresenta l’uno per cento della spesa totale per il programma “Galileo”. Un costo irrisorio rispetto ai vantaggi resi.

    Altre informazioni:

     

    http://m.esa.int/Our_Activities/Navigation/Galileo_s_search_and_rescue_service_in_the_spotlight

  • 08/04/2017 - Olimpiadi Internazionali dell’Astronomia: ecco i 5 studenti italiani che gareggeranno
  • 07/04/2017 - Perso nello spazio uno scudo termico che doveva essere fissato alla Stazione Spaziale
  • 06/04/2017 - La sonda “New Horizons” è a metà del viaggio oltre Plutone verso un oggetto della Fascia di ...
  • 06/04/2017 - Braccato il “neutrino di Majorana” (sempre che esista). Spiegherebbe il rapporto ...
  • 05/04/2017 - Com’è fatto il nucleo metallico della Terra? Ce lo dirà Psyche, l’asteroide “di ferro”
  • 04/04/2017 - Arte e meteoriti: “L’Universo dipinto”, una mostra di Space Art in maggio a Gussago
  • 03/04/2017 - Due pianeti grandi come Giove stanno formandosi intorno a una stella del Sagittario
  • 02/04/2017 - C’è un nuovo modello cosmologico che non richiede l’ipotesi dell’energia oscura
  • 01/04/2017 - Boom di fecondità stellare nella vicina galassia NGC 253 (Gruppo dello Scultore)
Ricerca
  • Le Stelle
    183
  • Nuovo Orione
    317
  • Libri