Astro News a cura di Piero Bianucci

  • 27/05/2015 - Isole Hawaii: sì al telescopio da 30 metri sul Mauna Kea a patto di smantellarne 4 ora in funzione

    Isole Hawaii: sì al telescopio da 30 metri sul Mauna Kea a patto di smantellarne 4 ora in funzione

    Isole Hawaii: sì al telescopio da 30 metri sul Mauna Kea a patto di smantellarne 4 ora in funzione

    Si può procedere alla realizzazione del controverso telescopio americano da 30 metri di apertura sul Mauna Kea ma a condizione di rimuovere entro i prossimi dieci anni un quarto dei 13 telescopi esistenti sulla cima di questa isola-vulcano dell’arcipelago delle Hawaii. Lo scrive sull’ultimo numero di “Nature” Alexandra Witze riportando una dichiarazione rilasciata il 26 maggio dal governatore David Ige. Questa presa di posizione tende a proteggere l’aspetto paesaggistico e naturalistico dell’isola di Mauna Kea, la cui cima, a oltre 4000 metri di quota, a partire dagli Anni 60 del secolo scorso, è stata “colonizzata” da astronomi di varie parti del mondo che vi hanno installato telescopi via via sempre più grandi, fino ai due riflettori multispecchio Keck da 10 metri di apertura. Il governatore dello stato hawaiano David Ige con la sua richiesta ha aderito alle proteste dei nativi dell’isola, insofferenti verso l’”invasione” degli scienziati.

    Il telescopio da 30 metri dovrebbe entrare in servizio intorno al 2025: per quell’epoca dovrebbero essere smantellati o spostati altrove almeno tre-quattro telescopi. Il primo strumento sfrattato sarà il telescopio submillimetrico del Caltech, la cui chiusura, annunciata nel 2009, dovrebbe avvenire entro quest’anno. Ma per nessuno degli altri 12 telescopi esiste al momento un piano di rimozione. In effetti gli osservatori astronomici hanno occupato un’area di 40 chilometri quadrati a quota 4200 metri, messi a disposizione dall’Università delle Hawaii. Alcune vette sono state spianate e la skyline del luogo è stata notevolmente modificata. Il telescopio da 30 metri è un progetto da 1,5 miliardi di dollari. Il sito hawaiano è stato preferito alle Ande del Cile dopo sei anni di discussioni per ottenere il permesso di costruzione.

    Altre informazioni: http://www.nature.com/news/hawaiian-telescope-fight-prompts-new-rules-for-mauna-kea-1.17639

  • 26/05/2015 - La Nasa: sale marino reso scuro da radiazioni ricopre vaste regioni di Europa, satellite di Giove
  • 24/05/2015 - E’ la galassia più luminosa dell’universo: brilla con la luce di 300 mila miliardi di stelle
  • 23/05/2015 - Da una “sbirciata” alla materia oscura emergono segnali delle elusive particelle WIMP
  • 21/05/2015 - Attenzione: pericolo caduta massi. Ma sulla cometa 67/P per fortuna sono leggeri
  • 17/05/2015 - Bando da 2,25 milioni di dollari per una stampante 3-D capace di costruire habitat spaziali
  • 16/05/2015 - Laser Terra-Luna di nuova generazione per mettere alla prova la Relatività di Einstein
  • 15/05/2015 - Supertelescopio Eso da 39 metri con ottica adattiva italiana: contratto da 18 milioni di euro
  • 13/05/2015 - “Nature”: meno probabile l’esistenza di particelle supersimmetriche secondo 2 esperimenti al ...
  • 13/05/2015 - “Nature”: meno probabile l’esistenza di particelle supersimmetriche secondo 2 esperimenti al ...
Ricerca
  • Le Stelle
    156
  • Nuovo Orione
    290
  • Libri