Astro News a cura di Piero Bianucci

  • 09/12/2015 - Recuperata la sonda giapponese “Akatsuki”: finalmente è in orbita intorno a Venere

    Recuperata la sonda giapponese “Akatsuki”: finalmente è in orbita intorno a Venere

    Recuperata la sonda giapponese “Akatsuki”: finalmente è in orbita intorno a Venere

     

     

    Partita nel maggio 2010, la sonda giapponese “Akatsuki” (disegno), dopo un malfunzionamento che l’ha portata a percorrere una rotta spiraleggiante intorno al Sole, ha finalmente raggiunto l’orbita prestabilita intorno al pianeta Venere e nell’aprile 2016 potrà incominciare a inviare dati. Lo scrive “Nature” (10 dicembre 2015) riportando l’annuncio dato, con grande soddisfazione, il 7 dicembre dall’agenzia spaziale giapponese Jaxa.

    “Akatsuki” è stata recuperata grazie ad una delicatissima manovra che l’ha portata a inserirsi in un’orbita intorno a Venere che percorre in 13 giorni e 14 ore, con il punto più distante a 330 mila chilometri dal pianeta. La Jaxa ha anche confermato il buon funzionamento degli strumenti a bordo della navicella, tra i quali cinque camere fotografiche per lunghezze d’onda dall’infrarosso all’ultravioletto.

    La missione è stata salvata dal fallimento pagando un prezzo elevato: la dispersione nello spazio di 65 chilogrammi di propellente per rendere la sonda più leggera e manovrabile. Gli otto piccoli motori di assetto sono poi stati usati in modo da portare “Akatsuki” nel campo gravitazionale di Venere, operazione che non è stata priva di incidenti e varie vicissitudini. Nonostante ciò, anche durante la sua “vita selvaggia”, la sonda giapponese ha potuto fare ricerca trasmettendo segnali radio attraverso la corona solare, ciò che ha permesso di studiarne i moti turbolenti.

    Altre informazioni:

    http://www.nature.com/news/japan-s-venus-orbiter-makes-comeback-1.18979?WT.ec_id=NATURE-20151210&spMailingID=50214592&spUserID=MjA1NzUzNDU1MQS2&spJobID=821409590&spReportId=ODIxNDA5NTkwS0

     

     

  • 08/12/2015 - Scoperta la galassia ancestrale: si chiama Tanya e genera stelle a ritmo velocissimo (10 volte ...
  • 07/12/2015 - In orbita il cargo per la Stazione spaziale: un astronauta in orbita fotografa il lancio da Cape ...
  • 07/12/2015 - Vedremo la materia oscura osservando raggi gamma intorno a buchi neri massicci
  • 05/12/2015 - Scoperta italiana: nei quasar si nasconde un nuovo “metro” per misurare l’universo
  • 04/12/2015 - Risolto l’enigma delle stelle degli ammassi globulari che contraddicevano i modelli evolutivi
  • 03/12/2015 - Riuscito a Kourou il lancio di “LISA Pathfinder”, precursore delle antenne gravitazionali ...
  • 02/12/2015 - SOHO compie vent’anni di osservazioni solari: prodotti 5000 articoli, scoperte più di tremila ...
  • 30/11/2015 - Dentro il “cuore” di LISA Pathfinder, test decisivo per la caccia alle onde gravitazionali
  • 30/11/2015 - Si chiama V774104, è l’oggetto più lontano che sia stato scoperto nel Sistema solare
Ricerca
  • Le Stelle
    161
  • Nuovo Orione
    295
  • Libri