Astro News a cura di Piero Bianucci

  • 15/05/2016 - Scoperti batteri glaciali con due nuovi tipi di metabolismo: più possibilità per la vita ...

    Scoperti batteri glaciali con due nuovi tipi di metabolismo: più possibilità per la vita extraterrestre

    Scoperti batteri glaciali con due nuovi tipi di metabolismo: più possibilità per la vita extraterrestre

     

    La notizia riguarda la vita terrestre ma è molto interessante per chi è interessato alla ricerca di semplici forme di vita extraterrestri su pianeti e satelliti dove esiste ghiaccio di acqua. Un gruppo di ricercatori dell’Università di Milano-Bicocca ha scoperto che sul ghiacciaio di Forni, in Italia, e su quello di Baltoro, nel Kashmir, esistono batteri con due tipi di metabolismo prima sconosciuti. Abbiamo quindi batteri “glaciali” con quattro possibili metabolismi: respirazione, fotosintesi che genera ossigeno o clorofilliana (tipica delle piante), un altro metabolismo fotosintetico che non produce ossigeno e l’ossidazione del monossido di carbonio (il più esotico). La prima conclusione che se ne può trarre è che la biologia, e quindi l’esobiologia, hanno molta più fantasia di quanto finora si pensava. 

    L’articolo è stato pubblicato il 10 maggio sulla rivista “ISME Journal”, appartenente al gruppo di “Nature”. Con Andrea Franzetti e Roberto Ambrosini di Milano-Bicocca hanno collaborato ricercatori dell’Università di Milano e dell’Accademia delle Scienze Bavarese. Uno dei due nuovi tipi di metabolismo consiste in un meccanismo fotosintetico che non produce ossigeno, con il quale alcuni tipi di microrganismi usano la sostanza organica per crescere prendendo energia dalla luce del Sole. L’altro consiste nell’ossidazione del monossido di carbonio (utilizzato dai batteri per crescere), che in ambienti glaciali viene prodotto dalla degradazione di sostanza organica per azione dell’intensa luce solare. Il lavoro si fonda sull’analisi computerizzata del DNA di batteri raccolti in piccole buche di ghiaccio a 2700 metri sul ghiacciaio di Forni (foto) e a 5000 metri sul ghiacciaio di Baltoro. Poiché gli ambienti glaciali rappresentano il 10 per cento delle terre emerse, una conseguenza della scoperta è che si dovrà ricalcolare il bilancio dei gas serra del nostro pianeta.

    Altre informazioni: http://www.unimib.it/open/news/Ce-piu-vita-sui-ghiacciai_-scoperti-due-metabolismi-alternativi-sulle-Alpi-e-nel-Kashmir/2318880837975426561

     

  • 14/05/2016 - Sempre in calo il campo magnetico terrestre: lo dice la mappa disegnata dai 3 satelliti SWARM
  • 13/05/2016 - Questo trapano nel 2020 cercherà ghiaccio al Polo Sud della Luna fino a 2 metri di profondità
  • 11/05/2016 - Unione Astrofili Italiani: alla presidenza confermato Mario Di Sora, varato il nuovo Statuto
  • 11/05/2016 - Come un vero pianeta, Plutone ha una coda di ioni prodotta dal vento solare
  • 10/05/2016 - L’ultimo bilancio della missione “Kepler”: certificati 1284 pianeti di altre stelle
  • 08/05/2016 - Misurato per la prima volta lo spazio tra una stella e il suo disco protoplanetario
  • 07/05/2016 - Tre pianeti simili alla Terra scoperti per la prima volta intorno a una stella nana
  • 06/05/2016 - Progetto Hi-GAL: ecco la prima mappa della Via Lattea “fredda” vista nel lontano infrarosso
  • 03/05/2016 - Alta moda in tutti i sensi: nello spazio e nelle sfilate di grandi firme
Ricerca
  • Le Stelle
    165
  • Nuovo Orione
    299
  • Libri