Astro News a cura di Piero Bianucci

  • 26/09/2016 - La stazione spaziale cinese “Tiangong” nel 2017 precipiterà sulla Terra

    La stazione spaziale cinese “Tiangong” nel 2017 precipiterà sulla Terra

    La stazione spaziale cinese “Tiangong” nel 2017 precipiterà sulla Terra

     

    La stazione spaziale cinese “Tiangong 1” (disegno) è fuori controllo, ruota caoticamente su se stessa, perde quota e si prevede che precipiterà sulla Terra nella seconda metà del 2017. Poiché stiamo parlando di un oggetto lungo 10 metri e pesante otto tonnellate e mezza, la stazione spaziale cinese non si vaporizzerà completamente scendendo nell’atmosfera al di sotto di 100 chilometri ma si disintegrerà in vari frammenti alcuni dei quali potranno arrivare al suolo.

    Dopo aver taciuto a lungo sui problemi di “Tiangong 1”, ignorando le avarie verificatesi sulla loro stazione spaziale, le autorità cinesi con una dichiarazione di Wu Ping, videdirettrice dei voli spaziali di Pechino, hanno ammesso la perdita di controllo ma soprattutto hanno sottolineato che la stazione, lanciata il 29 settembre 2011 con una vita programmata di due anni, non solo ha completato il suo programma scientifico ma ha avuto una vita molto più lunga di quella prevista.

    La stazione “Tiangong” (che significa “palazzo del paradiso”) si trova attualmente a una quota di 350 chilometri. Complessivamente ha ospitato 6 astronauti per un totale di 19 giorni. Un bilancio piuttosto modesto rispetto allo sforzo tecnologico e finanziario. I frammenti che raggiungeranno la Terra potranno pesare fino a un quintale. Ci sono già stati rientri più massicci ma nel caso di stazioni spaziali come “Skylab” (Usa) e “Mir” (Unione Sovietica-Russia) la discesa è stata parzialmente governata, in modo da far cadere i frammenti nell’oceano Pacifico.

    Altre informazioni:

    https://it.wikipedia.org/wiki/Tiangong_1

    http://www.media.inaf.it/2016/09/23/tiangong-1-non-ce-gravity-che-tenga/

    http://www.space.com/33140-china-tiangong-1-space-lab-falling-to-earth.html

     

     

     

     

  • 25/09/2016 - Buchi neri e stelle di neutroni che si fondono fabbricano oro e altri metalli preziosi
  • 24/09/2016 - Secondo i dati di “Planck” l’universo si espande in modo uniforme e non ruota su se stesso
  • 23/09/2016 - Rarissima occultazione di una stella da parte di Plutone osservata grazie ai dati di Gaia
  • 22/09/2016 - ESA: parte l’operazione “CleanSat” per mantenere pulito lo spazio intorno alla Terra
  • 21/09/2016 - Paolo Giubellino a capo delle due maggiori ricerche europee su energie di interesse astrofisico
  • 20/09/2016 - Premio ESA a una app che usa dati dei satelliti “Sentinel” per valutare la qualità del vino
  • 19/09/2016 - Una cartolina da “Curiosity”: così il vento scolpisce la superficie di Marte
  • 18/09/2016 - Scoperta in Argentina una super-meteorite dal peso di 30 tonnellate
  • 17/09/2016 - La galassia Markarian 1018 oscurata dal suo buco nero supermassiccio poco “nutrito”
Ricerca
  • Le Stelle
    170
  • Nuovo Orione
    304
  • Libri