Astro News a cura di Piero Bianucci

  • 02/05/2016 - “ExoMars 2018”: missione euro-russa rinviata di due anni per ritardi nella preparazione

    “ExoMars 2018”: missione euro-russa rinviata di due anni per ritardi nella preparazione

    “ExoMars 2018”: missione euro-russa rinviata di due anni per ritardi nella preparazione

     

    La missione verso Marte “ExoMars 2016” con a bordo il modulo di discesa “Schiaparelli” procede bene: la navicella è in piena crociera, l’arrivo al pianeta rosso è atteso in ottobre. C’è un rinvio invece per la seconda metà della missione, “ExoMars 2018”. Ritardi nella preparazione fanno slittare la partenza al luglio del 2020. I due anni di rinvio non sono ovviamente tutti dovuti al ritardo nella preparazione della missione, che è una collaborazione tra l’Agenzia spaziale europea ESA e l’agenzia russa Roscosmos. Sono dovuti invece al fatto che, rispetto alla Terra, solo ogni poco più di due anni Marte ritorna in una posizione favorevole al lancio. E’, insomma, un problema di geometria e di meccanica celeste. Sono possibili altre rotte e altre finestre di lancio, ma tutte molto dispendiose come energia e come tempo di volo, aldilà dell’attuale potenza dei lanciatori e delle finanze delle agenzie spaziali.

    L’annuncio del rinvio è stato dato congiuntamente da ESA e Roscosmos il 2 maggio. Bisognerà quindi aspettare due anni di più per vedere il compimento della missione iniziata con “ExoMars 2016”, che trasporta, oltre al lander “Schiaparelli”, l’orbiter TGO, Trace Gas Orbiter. Questo satellite dovrà anche assicurare il trasferimento dei dati da Marte alla Terra, “ExoMars 2020” incluso. Il lancio del 2018 era previsto con un razzo “Proton” dal poligono di Baikonur. I ritardi sembrano imputabili a entrambe le agenzie, ESA e Roscosmos, che a loro volta scontano ritardi delle industrie incaricate di preparare il “payload”. Nell’immagine: il lander ExoMars dell’ESA.

    Altre informazioni:

    http://www.esa.int/For_Media/Media_contacts

    http://exploration.esa.int/mars/48088-mission-overview/

     

     

  • 02/05/2016 - Dal 2018 questo specchio d’oro scruterà l’universo: è l'occhio del 'James Webb' Telescope
  • 01/05/2016 - Scoperta una luna del pianeta nano Makemake. Nuova finestra sull’origine del Sistema solare
  • 28/04/2016 - Su Titano un mare di metano puro con una pellicola di molecole organiche: nicchia per la vita?
  • 27/04/2016 - “Hubble” festeggia i suoi 26 anni con questa splendida “bolla di sapone”
  • 26/04/2016 - In orbita il secondo “Sentinel” per l’ambiente e tre CubeSat (uno del Politecnico di Torino) ...
  • 26/04/2016 - Su Plutone misteriosi crateri circondati da perfetti aloni di ghiaccio di metano e acqua
  • 24/04/2016 - Scoperte nel nucleo della Via Lattea stelle con oltre 10 miliardi di anni: retrodata la nostra ...
  • 23/04/2016 - Ecco i 10 Campioni Olimpionici di Astronomia italiani. Finale olimpica a ottobre in Bulgaria
  • 22/04/2016 - Raggi cosmici: la maggior parte arriva da stelle massicce vicine, entro un raggio di 3000 anni luce
Ricerca
  • Le Stelle
    165
  • Nuovo Orione
    299
  • Libri