Astronews a cura di Massimiliano Razzano

Fino al 13/11/2017 a cura di Piero Bianucci, fino al 20/01/2018 a cura di Luigi Bignami

  • 11/06/2018 - Ci sono molecole organiche su Marte, parola di Curiosity

    Ci sono molecole organiche su Marte, parola di Curiosity

    Ci sono molecole organiche su Marte, parola di Curiosity

    Marte potrebbe davvero aver ospitato la vita in un lontano passato. Nuove evidenze a favore di questa ipotesi sono infatti arrivate con gli ultimi risultati del rover Mars Curiosity, che ha analizzato delle rocce sedimentarie di più di 3 miliardi di anni fa, trovando tracce di molecole organiche complesse. I nuovi risultati, discussi in due articoli apparsi su Science, potrebbero non indicare di per se la presenza di vita sul pianeta rosso, ma indicano una buona direzione per le future missione di esplorazione del pianeta e del suo sottosuolo.

    Le molecole organiche contengono carbonio e idrogeno e possono includere anche atomi di azoto o ossigeno. Solitamente associate alla vita, queste molecole possono però essere anche associate a processi non biologici, e quindi non sono necessariamente indicatori di vita. Anche se oggi Marte è inospitale, ci sono evidenze che nel passato il clima marziano permettesse la presenza di acqua liquida in superficie, uno degli ingredienti essenziali per la vita. Ora i dati di Curiosity, raccolti attraverso delle perforazioni in un bacino all’interno del cratere Gale, mostrano come ci siano diversi ingredienti utili alla vita, comprese molecole utili come sorgente di energia. Dal momento che oggi la superficie marziana è battuta da una violenta pioggia di radiazioni che distruggono le molecole più complesse, il fatto di aver trovato nel sottosuolo queste molecole indica che in passato la situazione era ben diverse. I dati sono stati raccolti dallo strumento SAM ( Sample Analysis at Mars), che ha analizzato il materiale raccolto trovando una concentrazione di molecole organiche, come benzene e toluene, circa 100 volte superiore a quanto riscontrato nei meteoriti marziani. “Ci sono tracce di vita su Marte?” si chiede Michael Meyer, scienziato a capo del programma di esplorazione marziano della NASA, “Non lo sappiamo, ma questi risultati ci dicono che siamo sulla strada giusta”.

    Altre informazioni

    Nell’immagine: Il rover Mars Curiosity (NASA/JPL-Caltech/MSSS)

  • 08/06/2018 - Chi ha paura di Alfa Centauri?
  • 07/06/2018 - Quanti anni ha un ammasso globulare?
  • 04/06/2018 - Giove, Venere, e quel tira e molla con l’orbita terrestre
  • 25/05/2018 - Giocando a nascondino con la polvere zodiacale
  • 22/05/2018 - Segnali da ET? Una questione di tempismo
  • 20/05/2018 - KOROLEV, CRATERE MARZIANO NELL’OCCHIO DI CASSIS
  • 20/05/2018 - DEEP IMPACT ALL’ORIGINE DI PHOBOS E DEIMOS
  • 20/05/2018 - MISSIONE GAIA: QUESTO È IL CATALOGO
  • 20/05/2018 - WASP-96B, UN PIANETA ”SALATO” DAL CIELO TERSO
Ricerca
  • Le Stelle
    182
  • Nuovo Orione
    316
  • Libri