Astro News a cura di Piero Bianucci

  • 01/09/2016 - Forte segnale radio anomalo (artificiale?) captato da un radiotelescopio russo

    Forte segnale radio anomalo (artificiale?) captato da un radiotelescopio russo

    Forte segnale radio anomalo (artificiale?) captato da un radiotelescopio russo

     

    La notizia è vecchia ma la sua diffusione è recentissima: il radiotelescopio russo Ratan 600 (foto) ha captato un forte segnale radio anomalo proveniente da una stella nella costellazione di Ercole e non è da escludere che abbia una origine artificiale. La stella è HD 164595, ha una massa pari al 99 per ceto del Sole, rispetto al quale è un po’ più vecchia (potrebbe avere 6 miliardi di anni), dista da noi 94 anni luce e sappiamo che ha almeno un pianeta delle dimensioni di Nettuno. Il segnale radio anomalo, alla lunghezza d’onda di 2,5 centimetri, risale al 15 maggio 2015 ma è stato reso noto solo di recente nel corso di un convegno di astronomi russi. La notizia è stata rilanciata da Claudio Maccone del SETI Institute (Search for ExtraTerrestrial Intelligence).

    Dal 15 maggio 2015 sono stati fatti 39 tentativi di ascolto della stella in questione, sempre con esito negativo. Ciò fa pensare che si sia trattato di un disturbo di origine terrestre, come nel caso del famoso segnale “Wow” captato per 72 secondi da un radiotelescopio americano nell’agosto 1977.

    Dice Stelio Montebugnoli, direttore della sezione italiana del Seti: «Prima di essere divulgato, un segnale va riverificato seguendo precise procedure», che prevedono più conferme da parte dello stesso radiotelescopio che l’ha osservato e da tutti i radiotelescopi allertati dal Seti nel mondo. Da noi direttamente interpellato, Claudio Maccone ha dichiarato “Sono praticamente certo che non si tratti di un segnale intelligente. Tuttavia ne ho incoraggiato la pubblicazione in quanto il segreto era stato mantenuto ormai per più di un anno. Ci sono stati altri casi simili in passato e probabilmente ce ne saranno ancora di più in futuro.”.

    Del segnale anomalo si parlerà allo Star Party di St. Barthélemy presso l’Osservatorio della Valle d’Aosta (2-4 settembre). Il tema verrà approfondito il 27 settembre ad un convegno SETI-IAA in programma a Guadalajara (Messico). “Ratan 600” è un vecchio radiotelescopio non lontano dal riflettore da 6 metri di Zelenchuck, sul Caucaso. In esso un cerchio di riflettori rettangolari di 570 metri concentra i radiosegnali su un ricevitore posto al centro.

    Altre informazioni:

    http://www.seti.org/seti-institute/a-seti-signal

    http://www.seti.org/

    https://it.wikipedia.org/wiki/Segnale_Wow

  • 01/09/2016 - Nuovi dati del satellite europeo “Planck” post-datano la nascita delle prime stelle
  • 30/08/2016 - La massa mancante della Via Lattea è una “nebbia” prodotta dalla furia del buco nero centrale ...
  • 29/08/2016 - Niku, pianetino transnettuniano ribelle, ha dei “fratelli”? Lo sapremo del 2019
  • 28/08/2016 - Scoperta nella Chioma di Berenice una galassia fatta al 99.99 per cento di materia oscura
  • 27/08/2016 - Viaggio di una sonda verso Proxima Centauri: polveri e gas sono un rischio serio
  • 26/08/2016 - Il terremoto visto dai satelliti: il suolo si è abbassato di 20 cm, la faglia spostata di 1 metro
  • 26/08/2016 - Superato il limite di diffrazione con un dispositivo di ottica quantistica
  • 25/08/2016 - Terra-bis intorno a Proxima Centauri, la stella più vicina: ridimensionate le speranze di ...
  • 24/08/2016 - Le “caverne cosmiche” usate per porre limiti più precisi ai test di relatività e ...
Ricerca
  • Le Stelle
    159
  • Nuovo Orione
    293
  • Libri