Astro News a cura di Piero Bianucci

  • 15/04/2015 - C’è più antimateria di quanto ci si aspettava: AMS ha registrato un eccesso di antiprotoni

    C’è più antimateria di quanto ci si aspettava: AMS ha registrato un eccesso di antiprotoni

    C’è più antimateria di quanto ci si aspettava: AMS ha registrato un eccesso di antiprotoni

     

    Sono stati presentati oggi 15 aprile 2015 al CERN (Ginevra) i nuovi dati raccolti a bordo della Stazione spaziale internazionale del “cacciatore di materia” AMS, esperimento con larga partecipazione italiana (foto). La nuova misura di precisione del rapporto tra il flusso di antiprotoni e di protoni nei raggi cosmici mostra per la prima volta una inattesa abbondanza di antiprotoni ad energie di centinaia di GeV.  Questo dato risulta complementare a quello del flusso di antielettroni (positroni) pubblicato da AMS nel 2014. Anche in quel caso si mise in luce un eccesso di antimateria ad alta energia. L’inaspettata abbondanza dell’antimateria nei raggi cosmici di alta energia potrebbe essere dovuta a qualche fenomeno fisico di tipo fondamentale ancora da identificare. Le nuove misure riguardano anche il flusso di protoni e di nuclei di elio fino a energie superiori al teraelettronvolt.

    Gli attuali modelli delle interazioni dei raggi cosmici ordinari con la materia interstellare non spiegano i nuovi dati di AMS. Forniscono però informazioni importanti sui meccanismi di produzione e di propagazione dei raggi cosmici. Non è ancora possibile escludere che i risultati siano riconducibili all'esistenza di nuove sorgenti astrofisiche o a nuovi meccanismi di accelerazione e propagazione, ma questi ultimi dati di AMS potrebbero essere interpretabili come l’effetto di collisioni tra particelle di materia oscura, e quindi come un segnale indiretto della sua natura particellare.

    Altre informazioni: http://www.ams02.org/it/

     

     

  • 14/04/2015 - La cometa Churyumov-Gerasimenko è priva di campo magnetico: lo dicono i dati di “Rosetta” e ...
  • 13/04/2015 - Cresce l’attività della cometa Churyumov-Gerasimenko: lo documenta la sonda “Rosetta”
  • 13/04/2015 - Il ghiaccio di Marte potrebbe coprire il pianeta con uno strato di acqua spesso un metro
  • 09/04/2015 - Asteroide triplo che minaccia la Terra “svelato” all’Osservatorio della Valle d’Aosta
  • 09/04/2015 - “Nature”: il sistema Terra-Luna nacque dallo scontro tra due proto-terre più piccole di ...
  • 08/04/2015 - E' morto Giorgio Salvini, un padre della fisica italiana, contribuì alla scoperta di W e Z
  • 07/04/2015 - Il pianetino Giunone rivela i suoi segreti ad ALMA nelle onde millimetriche
  • 06/04/2015 - Ginevra, CERN: riacceso LHC. Raddoppierà l’energia: caccia alla materia oscura
  • 03/04/2015 - Asimmetrie nel microcosmo e nell’universo: prima misura quantitativa sui quark (INFN)
Ricerca
  • Le Stelle
    157
  • Nuovo Orione
    291
  • Libri