Astro News a cura di Piero Bianucci

  • 21/12/2014 - Selezionati 57 giovani di 4 continenti per uno stage di astronomia all'Osservatorio di St. ...

    Selezionati 57 giovani di 4 continenti per uno stage di astronomia all'Osservatorio di St. Barthélemy (Valle d'Aosta)

    Selezionati 57 giovani di 4 continenti per uno stage di astronomia all'Osservatorio di St. Barthélemy (Valle d'Aosta)

     

     

    Per il secondo anno torna in Valle d'Aosta, all'Osservatorio di St. Barthélemy (foto) il camp dell'Eso, Osservatorio australe europeo: vi parteciperanno 57 giovani provenienti da 4 continenti, selezionati su 299 domande giunte da 25 nazioni. A sostegno dello stage internazionale di astronomia riservato a studenti tra i 16 e i 18 anni, 23 borse di studio distribuite da 11 enti tra centri di ricerca, istituti scientifici, università. internazionale di astronomia per studenti tra i 16 e i 18 anni. 'L'Eso -ricorda Ezio Bertolini, direttore dell'Osservatorio - è la principale organizzazione intergovernativa per la ricerca astronomica in Europa e una delle maggiori al mondo”. Il centro di ricerca e cultura scientifica di Lignan, frazione montana del Comune di Nus, nella valle di Saint-Barthélemy - aggiunge Bertolini - non si limiterà ad essere la sede del Camp, dal 26 dicembre al 1° gennaio 2015. “Rispetto all’anno scorso, la collaborazione tra ESO, Sterrenlab e la nostra Fondazione è stata più integrata, con maggiori responsabilità nel progetto per noi e, di conseguenza, con un’aumentata visibilità internazionale”.

    Le 27 ragazze e i 30 ragazzi in rappresentanza di 21 nazioni, tra cui Hong Kong, Messico, Egitto e USA, sono stati selezionati, attraverso la rete di Eso Science Outreach Network, tra un numero di candidati doppio rispetto allo scorso anno. Quali attività li attendono durante l’intensa settimana? Le anticipa Davide Cenadelli, ricercatore all’Osservatorio Astronomico e responsabile per la Fondazione del programma didattico di ESO Astronomy Camp fin dalla prima edizione: “Il tema portante è la misura delle distanze in astronomia. Vedremo insieme le tecniche che permettono di stimare quanto sono lontani gli astri, anche con una speciale proiezione al Planetario, e misureremo la distanza degli ammassi stellari utilizzando lo spettroscopio messo a disposizione dallo Science Centre della Valle d’Aosta”. Le lezioni di ricercatori di ESO e delle università di Ginevra in Svizzera, Valencia in Spagna e Çağ in Turchia completano un programma ampliato nei tempi e nei contenuti rispetto all’anno precedente.

     

    Il sito dell'Osservatorio: http://www.oavda.it/

  • 17/12/2014 - Kepler” ha osservato la cometa “Siding Spring”, il miglior “fossile” del Sistema solare ...
  • 16/12/2014 - Bucharest: il Palazzo del Parlamento romeno si alza e si abbassa. Lo dicono i satelliti artficiali ...
  • 15/12/2014 - Non è un quadro: è il campo magnetico della Via Lattea osservato dal satellite europeo ...
  • 14/12/2014 - ALMA svela planetesimi simili a Plutone intorno a una giovane stella e un pianeta già formato
  • 13/12/2014 - “Philae” sulla cometa, evento dell’anno per “Physics World”. Nel marzo 2015 LHC riparte ...
  • 13/12/2014 - Mercurio incrocia regolarmente uno sciame di meteore. Sono detriti della cometa di Encke
  • 12/12/2014 - Seconda vita per Icarus, cacciatore di neutrini: dal Gran Sasso al Cern al Fermilab in USA
  • 11/12/2014 - L’acqua della cometa Churyumov-Gerasimenko è diversa da quella terrestre: è più pesante
  • 09/12/2014 - Evoluzione dell’universo dal Big Bang ad oggi: nella ragnatela cosmica le galassie fabbricano ...
Ricerca
  • Le Stelle
    157
  • Nuovo Orione
    291
  • Libri