Astro News a cura di Piero Bianucci

  • 09/09/2014 - Su Europa, satellite di Giove, agisce una “tettonica a placche” come quella terrestre

    Su Europa, satellite di Giove, agisce una “tettonica a placche” come quella terrestre

    Su Europa, satellite di Giove, agisce una “tettonica a placche” come quella terrestre

     

    Il satellite di Giove Europa (foto) ha segni evidenti di una tettonica a placche simile a quella terrestre. In altre parole, la superficie di questa luna gioviana può essere considerata come un mosaico di “placche” o “zolle” in lento moto reciproco sotto la spinta di moti convettivi che avvengono nell’interno del satellite. Sul nostro pianeta la lenta salita e discesa di magma del mantello agisce come un nastro trasportatore smuovendo una dozzina di placche principali, solo in parte coincidenti con i fondali oceanici e con i continenti. Sui bordi delle placche si concentrano fenomeni geologici e geofisici come vulcani, terremoti, catene montuose, dorsali e fosse oceaniche. Nel caso di Europa la superficie è ghiacciata ma gli scienziati ritengono che sotto questa banchisa, che presenta numerosi solchi e fratturazioni, esista un oceano liquido.

    I geologi Simon Kattenhorn e Louise Prokter sono giunti alla conclusione che Europa abbia una sua tettonica a placche basandosi sulle immagini riprese dalla sonda “Galileo” all’inizio degli anni 2000. Europa è un po’ più piccola della nostra Luna. ed è uno dei quattro satelliti di Giove scoperti da Galileo, il secondo per distanza dal pianeta dopo Io e prima di Ganimede e Callisto. I due geologi confrontando immagini riprese in tempi diversi hanno notato circa 20 mila chilometri quadrati della superficie del satellite sono “scomparsi”, cioè hanno assunto un nuovo a aspetto in seguito ai moti tettonici, che hanno fatto fondere, inghiottito e modificato la banchisa glaciale.  L’articolo è sull’edizione online di “Nature Geoscience”.

    Altre informazioni:

    http://solarsystem.nasa.gov/europa/home.cfm

     

     

  • 06/09/2014 - Asteroide di 20 metri passa a 40 mila chilometri sopra la Nuova Zelanda: nessun pericolo
  • 03/09/2014 - Ecco il superammasso che ospita la Via Lattea: battezzato Laniakea, cioè “immenso paradiso”
  • 02/09/2014 - Su Titano laghi di idrocarburi collegati a giacimenti sotterranei di etano e propano
  • 01/09/2014 - Nuova misura fatta con radiotelescopi “allontana” le Pleiadi a 443 anni luce
  • 30/08/2014 - Scontro tra galassie osservato con una lente gravitazionale
  • 29/08/2014 - Sotto controllo i due satelliti del sistema di navigazione europeo “Galileo”
  • 27/08/2014 - Misurata in diretta l’energia prodotta dal Sole: in 100mila anni non è cambiata
  • 26/08/2014 - La sonda della Nasa “New Horizon” ha superato l’orbita di Nettuno. Il 14 luglio 2015 incontrerà ...
  • 25/08/2014 - Scelti 5 potenziali siti per l’atterraggio sulla cometa Churyumov-Gerasimenko
Ricerca
  • Le Stelle
    155
  • Nuovo Orione
    289
  • Libri