Astro News a cura di Piero Bianucci

  • 19/07/2016 - Su Venere la topografia del suolo condiziona la circolazione atmosferica a 70 km di quota

    Su Venere la topografia del suolo condiziona la circolazione atmosferica a 70 km di quota

    Su Venere la topografia del suolo condiziona la circolazione atmosferica a 70 km di quota

     

    La sonda europea “Venus Express” ha concluso la sua missione nel dicembre 2014 ma i suoi dati continuano a produrre interessanti scoperte che disegnano in modo sempre più preciso il quadro del pianeta Venere, il più simile alla Terra per dimensioni e collocazione nel Sistema solare ma anche il più diverso per il clima e la composizione dell’atmosfera. Un recente articolo pubblicato sulla rivista “Journal of Geophysical Research: Planets“ con prima firma di Jean-Loup Bertaux riporta interessanti novità sulla circolazione atmosferica di Venere ad alta quota. In sintesi, tale circolazione è chiaramente condizionata dalla topografia al suolo: in particolare sono state osservate correnti ascensionali generate dalle montagne che si levano nella regione di Aphrodite Terra (disegno).

    Lo studio si basa su immagini ultraviolette (alla lunghezza d’onda di 365 nanometri) della parte superiore delle nubi a una quota di 65-70 chilometri: in esse si rilevano a sud dell’equatore venusiano, tra 5° e 15°, notevoli variazioni nella velocità dei venti – da -101 a -83 metri al secondo – correlate con Aphrodite Terra. Il pianeta Venere è caratterizzato da un potente effetto serra che mantiene in superficie una temperatura di 450 °C con un regime di venti lievissimi (circa un metro al secondo). Le cose cambiano a 50-70 chilometri di quota, dove tipicamente la temperatura scende a -70 °C e il calore solare genera venti con velocità centinaia di volte maggiori rispetto a quelli in superficie. Di qui il fenomeno della “super-rotazione” che fa compiere all’atmosfera di Venere un giro completo del pianeta con un periodo oscillante tra 3,9 e 5,3 giorni.

    Altre informazioni:

    http://sci.esa.int/venus-express/58085-what-lies-beneath-venus-surface-revealed-through-the-clouds/

    Link all’articolo originale:

     

    http://onlinelibrary.wiley.com/doi/10.1002/2015JE004958/abstract

  • 18/07/2016 - C’è ancora un grande cratere senza nome in una regione di Marte geologicamente antica
  • 17/07/2016 - Al JPL (Nasa) si progetta un telescopio da 100 metri montato da robot direttamente nello spazio
  • 16/07/2016 - Vediamo solo 4 lampi gamma su mille: bassa la probabilità di concomitanti onde gravitazionali
  • 15/07/2016 - Scoperto un altro pianeta nano nella Fascia di Kuiper: ha un diametro di 700 chilometri
  • 14/07/2016 - Un buco nero supersonico per l’esordio scientifico del Sardinia Radio Telescope
  • 12/07/2016 - La Crab Nebula come non l’avete mai vista: vortici di particelle e luce di sincrotrone intorno ...
  • 11/07/2016 - Scoperto un pianeta con tre albe e tre tramonti: si trova nel sistema di una stella tripla
  • 10/07/2016 - L’orbita della cometa di Halley è caotica ma su una scala di 300 anni si mantiene stabile
  • 09/07/2016 - Ecco il satellite-spazzino che ripulirà lo spazio intorno alla Terra: e.Deorbit
Ricerca
  • Le Stelle
    158
  • Nuovo Orione
    292
  • Libri