Astro News a cura di Piero Bianucci

  • 05/02/2015 - Le stelle vecchissime ora sono un po’ più giovani secondo i nuovi dati del satellite ...

    Le stelle vecchissime ora sono un po’ più giovani secondo i nuovi dati del satellite “Planck”

    Le stelle vecchissime ora sono un po’ più giovani secondo i nuovi dati del satellite “Planck”

    Quando si accesero le prime stelle dopo il Big Bang? L’ultima risposta è che dovettero passare 550 milioni di anni. Finora si riteneva che l’accensione fosse avvenuta 100 milioni di anni prima. Quindi le stelle più vecchie sono in realtà un po’ più giovani di quanto si pensava fino a ieri.

     

    La valutazione di 550 milioni di anni dopo il Big Bang compare sull’ultimo numero di “Astronomy and Astrophysics” ed è frutto dei dati del satellite europeo “Planck”, e in particolare dalle mappe della radiazione cosmica di fondo, il residuo del calore del Big Bang. L’analisi è stata realizzata dal Data Processing Centre di Trieste gestito da Inaf-Osservatorio astronomico di Trieste in collaborazione con la Sissa – Scuola superiore studi avanzati – e il Consorzio Lfi. Tra il Big Bang e l’accensione delle prime stelle si interpone l’era oscura, che termina con la reionizzazione. Dal Big Bang, infatti, esce una zuppa (plasma) di particelle. Circa 370 mila anni dopo il Big Bang i nuclei di idrogeno, elio e litio catturano gli elettroni e la luce può finalmente liberarsi illuminando il giovane universo. A quel punto l’universo aveva una temperatura di 3000 gradi e brillava quindi di una luce rossa. Procedendo il raffreddamento, il picco di emissione di corpo nero è passato su onde più lunghe e invisibili, sicché sull’universo calò il buio. Quando il gas tornò a comprimersi formando nuclei sufficientemente caldi (15 milioni di gradi), si innescarono reazioni termonucleari di fusione, e lì incominciò l’universo che conosciamo. La stima precedente che “Planck” ha postdatato derivava dai dati del satellite americano W-Map.

    Altre informazioni:  http://www.esa.int/Our_Activities/Space_Science/Planck/Planck_reveals_first_stars_were_born_late

     

     

  • 05/02/2015 - Il 14 febbraio “Rosetta” passerà a 6 chilometri dal nucleo della cometa. L’Estonia è il ...
  • 04/02/2015 - Clamoroso: il fisico Ettore Majorana era ancora vivo tra il 1955 e il 1959
  • 03/02/2015 - Budget NASA: da 18,5 miliardi di dollari nel 2016 a 19,6 nel 2020. Troppo pochi
  • 30/01/2015 - Non onde gravitazionali del Big Bang ma un segnale spurio: cancellato il risultato di BICEP 2
  • 30/01/2015 - Esopianeti fantastici: il Super-Saturno di una stella giovane e 5 piccoli pianeti di una stella ...
  • 27/01/2015 - Sorpresa: l’asteroide che ha sfiorato la Terra ieri sera ha una luna di 70 metri!
  • 25/01/2015 - Con questa immagine la Nasa celebra l’Anno Internazionale della Luce. Inaugurazione per ...
  • 22/01/2015 - “Science”, dossier su “Rosetta” e la sua cometa: trionfa il team italiano responsabile ...
  • 21/01/2015 - Scoperta italiana: nella famiglia delle Galassie di Seyfert c’è un nuovo di tipo di galassia ...
Ricerca
  • Le Stelle
    159
  • Nuovo Orione
    293
  • Libri