Astro News a cura di Piero Bianucci

  • 10/11/2015 - Due satelliti “Galileo” faranno una verifica ultraprecisa sulla relatività di Einstein

    Due satelliti “Galileo” faranno una verifica ultraprecisa sulla relatività di Einstein

    Due satelliti “Galileo” faranno una verifica ultraprecisa sulla relatività di Einstein

    I satelliti della costellazione “Galileo” nascono per diventare il GPS europeo, più preciso rispetto al sistema di navigazione americano, e destinato esclusivamente all’uso civile. Ma intanto due satelliti, Galileo 5 e 6, lanciati il 22 agosto 2014 con una Soyuz, si mettono al servizio di Albert Einstein (foto). I satelliti in questione, per un difetto dello stadio superiore del lanciatore, entrarono in una orbita ellittica diversa da quella prevista. Con una serie di manovre delicatissime, il loro perigeo è stato innalzato e ora essi sono sotto test per una normale utilizzazione operativa. L’incidente, peraltro, si è rivelato utile, anzi, prezioso, per la ricerca scientifica: gli orologi atomici a bordo dei satelliti e la variazione graduale della loro orbita ellittica hanno infatti permesso una verifica della relatività speciale e generale di Einstein dalla precisione senza precedenti. Velocità orbitale e intensità del campo gravitazionale sono infatti due fattori che agiscono sullo scorrere del tempo, il primo rallentandolo e il secondo accelerandolo; e due volte al giorno le orbite di Galileo 5 e 6 hanno una variazione di quota di 8500 chilometri. Il satellite Gravity Probe A in passato ha consentito una verifica con la precisione di 140 parti su un milione. I due satelliti Galileo, con un anno di misurazioni, permetteranno di ottenere risultati 4 volte più precisi di Gravity Probe A. Infine, nel 2017, un altro esperimento, ma questa volta sulla Stazione Spaziale Internazionale, raggiungerà la precisione di 2-3 parti per milione.

    Altre informazioni:

    http://www.esa.int/Our_Activities/Navigation/Galileo_satellites_set_for_year-long_Einstein_experiment

     

     

  • 09/11/2015 - Nascita di un sistema planetario: questa volta la vediamo in diretta con ALMA e LBT
  • 05/11/2015 - “Astronomy & Astrophisics”: 46 articoli sulla cometa Churyumov-Gerasimenko vista da ...
  • 03/11/2015 - Scelti i 5 CubeSat per osservare il bombardamento dell’asteroide Didymos
  • 02/11/2015 - Il satellite “Swift” ha osservato il suo millesimo lampo di raggi gamma dal lancio nel 2004
  • 01/11/2015 - Esperimento CUORE: piombo antico per scoprire i “neutrini di Majorana”
  • 31/10/2015 - “Dawn” sempre più vicina alla superficie di Cerere per risolvere l’enigma delle macchie ...
  • 30/10/2015 - C’è un telescopio cinese sulla Luna: ha ripreso 10 mila immagini in 18 mesi, opera nell’UV
  • 29/10/2015 - “Nature”: scoperto ossigeno molecolare intorno al nucleo della cometa Churyumov-Gerasimenko
  • 27/10/2015 - Il 2 novembre per la Stazione Spaziale Internazionale sarà festa: è abitata ininterrottamente da ...
Ricerca
  • Le Stelle
    165
  • Nuovo Orione
    299
  • Libri