Astro News a cura di Piero Bianucci

  • 23/07/2015 - La NASA: ecco (ad oggi) il pianeta più simile alla Terra. Si chiama “Kepler 452b”

    La NASA: ecco (ad oggi) il pianeta più simile alla Terra. Si chiama “Kepler 452b”

    La NASA: ecco (ad oggi) il pianeta più simile alla Terra. Si chiama “Kepler 452b”

    Il pianeta più simile alla Terra finora osservato intorno a un’altra stella è “Kepler 452b”: lo ha annunciato la Nasa con una solenne conferenza stampa presentando un nuovo catalogo di 12 pianeti che appaiono come stretti parenti del nostro e quindi potrebbero offrire un ambiente adatto alla vita (disegno).

    Quello che ad oggi è il miglior candidato al titolo di Terra-bis orbita intorno a una stella molto simile al Sole lontana 1400 anni luce: è soltanto un po’ più massiccia (del 4%) e un po’ più luminosa (del 10%). Il pianeta si trova a 150 milioni di chilometri dalla sua stella – la stessa distanza che separa il Sole dalla Terra – e ha un diametro intorno a 1,5 volte quello terrestre. Il pianeta ha senza dubbio un clima tropicale, ma si trova nella “fascia di abitabilità”, dove l’acqua può esistere nei tre stati, liquido, gassoso e solido (ghiaccio). Gli astronomi cercheranno ora di accertare se sia realmente, come sembra, un pianeta roccioso e dotato di atmosfera. Il passo successivo sarà analizzare l’involucro gassoso per poter avanzare ipotesi fondate sulla eventuale presenza di vita.

    Nonostante qualche acciacco, il satellite “Kepler” ha già individuato 4200 esopianeti, 400 dei quali hanno caratteristiche non troppo dissimili da quelle terrestri. “Il catalogo presentato il 23 luglio contiene la prima analisi di tutti i dati trasmessi da Kepler, nonché una valutazione automatizzata di questi risultati”, ha spiegato Jeffrey Coughlin, lo scienziato del SETI Institute che ha guidato il lavoro di catalogazione. «Tecniche più efficienti di analisi consentiranno agli astronomi di determinare meglio il numero di pianeti piccoli e freddi che sono i migliori candidati per ospitare la vita».

     

    Altre informazioni: http://www.nasa.gov/jpl/finding-another-earth

  • 23/07/2015 - Altre montagne di ghiaccio e terriccio scoperte su Plutone. Le misure definitive delle lune Nix e ...
  • 22/07/2015 - Miliardario russo finanzia la ricerca di extraterrestri (SETI) con 100 milioni di dollari
  • 22/07/2015 - ALMA E VLT svelano l’alba dell’universo, quando le prime stelle si accesero dopo l’era oscura
  • 20/07/2015 - “Rosetta” pronta a osservare il passaggio al perielio della cometa Churyumov-Gerasimenko (13 ...
  • 19/07/2015 - Avviata la costruzione di JUICE, sonda europea per studiare le lune ghiacciate di Giove
  • 18/07/2015 - Una banchisa di ghiaccio di monossido di carbonio copre una vasta regione di Plutone
  • 17/07/2015 - Caronte, super-luna di Plutone, visto da “New Horizons”: anche la sua superficie è ...
  • 16/07/2015 - In orbita con “Ariane 5” due satelliti meteo MSG-4: copriranno Africa ed Europa
  • 16/07/2015 - Scoperta al Cern: osservato il “pentaquark”, segnale di una nuova famiglia di particelle ...
Ricerca
  • Le Stelle
    164
  • Nuovo Orione
    298
  • Libri