Le vostre domande

  • Domanda fatta da: Roberta Taricani, rota22@alice.it, 03/12/2018

    Se la linea del tempo viaggia solo in una direzione cioè dal passato e il redshift accerta l'allontanamento degli astri dal nostro punto di riferimento,non mi convince la teoria dell'accelerazione dell'espansione dell'universo in quanto lo spostamento verso il rosso avviene guardando indietro ma se guardassimo dal big bang verso noi l'universo starebbe rallentando.Quindi concordo con un universo piano in collassamento.Chiedo scusa dell'insistenza e grazie per la considerazione.

    risponde Walter Ferreri
  • Domanda fatta da: Aldo Vitale, aldovitale2@gmail.com, 03/12/2018

    Come calcolare la velocità della Wirtanen per stabilire un tempo di posa, in relazione alla lunghezza focale, senza che la cometa risulti mossa? Cioè, quanti secondi deve durare una posa per evitare il mosso della cometa in virtà del suo moto proprio?

    risponde Walter Ferreri
  • Domanda fatta da: Antonio Garofalo, antgarofalo@alice.it, 30/11/2018

    Questa mia non è precisamente una domanda, bensì un commento. Ho letto con estremo piacere gli articoli di Davide Fiscaletti, in ottobre e novembre. Sono alquanto ostici (specialmente quello di ottobre), ma va bene, se poi giunge alla conclusione che l'Universo deve essere in qualche modo ciclico. In novembre, in particolare, ha perfino citato il libro di Steinhardt e Turok, che ho letto due volte. Inoltre finalmente vedo un fisico che dichiara pubblicamente che l'Universo, una delle due, o è infinito o si espande… Le due cose si contraddicono. Mentre in libri, in articoli, (anche su Le Stelle), in documentari televisivi, si continua a parlare di universo infinito. Sarà per motivi poetici? Pertanto se è infinito allora l'espansione è un'illusione, altrimenti se l'espansione è vera, non è infinito. L'ipotesi (modello) proposta nell'articolo di novembre è davvero interessante. Certo bisognerà fare osservazioni per confermarla, e forse sarà falsificata, ma l'importante è che la strada intrapresa da molti cosmologi, fisici, astrofisici, sia diversa da questo big bang astruso. Non mi è mai piaciuta l'idea che dal nulla – non dal vuoto… ma proprio dal nulla – scaturisca per motivi misteriosi una singolarità che contiene tutta la massa-energia dell'universo e che poi esploda; nascita, vita e poi morte dell'universo… come se fosse un qualsiasi essere vivente, che appunto, nasce vive muore. Pazzia. Grazie per l'attenzione. Antonio Garofalo

    risponde Piero Stroppa
  • Domanda fatta da: Fabio Di Stefano, fabiodisti@hotmail.it, 07/12/2018

    Salve. Vi scrivo per avere un consiglio in merito all'acquisto di un filtro contro l'inquinamento luminoso per il mio telescopio, un Celestron Nexstar 127 SLT, che lo sto usando dal balcone di casa a pochi chilometri di distanza dal centro storico cittadino. Sono indeciso tra i seguenti filtri: un Baader Planetarium - Filtro UHC-S/L-Booster, un Baader Planetarium 2458305A adatto per la luna e per lo Skyglow, in neodimio con taglio IR, e un filtro della Optolong L-PRO. Questi filtri li userò con una Canon EOS 1200 D non modificata. Vorrei sapere in particolare se sono abbastanza versatili da poter essere utilizzati anche per l'osservazione delle galassie e se sono adatti solo per il visuale o anche per la fotografia astronomica. Ringraziandovi anticipatamente, porgo cordiali saluti e cieli sereni.

    risponde Giuseppe Donatiello
  • Domanda fatta da: CAPONI PRIMO, pricap@alice.it, 28/10/2018

    BUON GIORNO A TUTTA LA REDAZIONE HO UN TELESCOPIO DA 1800/150 DI FOCALE VORREI SAPERE CHE PROGRAMMA CI VUOLE PER L AUTOGUIDA SONO AGLI INIZI CON LA FOTOGRAFIA GRAZIE

    risponde Walter Ferreri
  • Domanda fatta da: serafino marina, mardie01@hotmail.it, 04/12/2018

    sono la figlia di Serafino Carlo, un abbonato di Asti che a novembre non ha ricevuto la rivista e non è la prima volta che succede. vorrebbe inoltre cambiare l'indirizzo dove inviare la rivista. cosa fare

    risponde Piero Stroppa
  • Domanda fatta da: Roberta Taricani, rota22@alice.it, 29/10/2018

    Grazie per la risposta più che soddisfacente di Walter Ferreri e mi si pone di conseguenza un'altra domanda.Se la luce ci arriva solo dal passato allora viene da confermare la natura piatta dell'universo e noi siamo i portabandiera nell'evoluzione.Grazie in anticipo per il vostro buon cuore.

    risponde Walter Ferreri
  • Domanda fatta da: Stefano festa, tepa33@virgilio.it, 17/11/2018

    Buongiorno..... Volevo un vostro parere sulle autoguida stand alone. In particolare quella Skywatcher. Non ho grandi esigenze ma vorrei entrare nella fotografia digitale. Possiedo uno SC da 8' su eq6r con in parallelo un 70 apo. Grazie dell'attenzione e continuate così con la rivista. Buon lavoro. Stefano Festa tepa33@virgilio.it

    risponde Giuseppe Donatiello
  • Domanda fatta da: Antonietti Ignazio, ignazio.antonietti@gmail.com, 19/11/2018

    Per l'allineamento polare esistono software come SharpCap-Pro che confrontando due frame ripresi ruotando tra uno e l'altro l'asse di A.R. di 90°,forniscono poi l'esatto spostamento dell'azimut e dell'altezza necessario a raggiungere precisioni anche di 30' d'arco o meno di allineamento.La domanda e' sono precisi, oppure il metodo Bigourdan,seppure piu lungo e' ancora da preferire. Pur avendo una buona guida con PHD2 mi capita di osservare dopo un paio di ore,tramite un oculare con crocicchio uno spostamento apprezzabile lungo l'asse di A.R. E' un problema di allineamento o dei parametri del software?

    risponde Giuseppe Donatiello
  • Domanda fatta da: Elena Minardi, elemina82@hotmail.com, 12/11/2018

    Buongiorno, è possibile abbonarsi ad entrambe le riviste in formato cartaceo 'Le Stelle e Nuovo Orione' ? In caso positivo viene applicata qualche scontistica? Grazie

    risponde Piero Stroppa
Ricerca
  • Le Stelle
    185
  • Nuovo Orione
    319
  • Libri