Le vostre domande

  • Domanda fatta da: CAPONI PRIMO, pricap@alice.it, 28/03/2018

    HO SCATTAO UN FOTO ALL AMMASSO GLOBULARE M3 CON TELESCOPIO MKSUTOV CASSEGRAIN 150/1800 E MACCHINA CANON EOS 1200D E CON RIDUTTORE DI FOCALE DELLA TS DA 1.25' TEMPO DI ESPOSIZIONE 15' 800ASA MI E VENUTO UN GROSSO ALONE DOVE E CHE COSA HO SBAGLIATO

    risponde Federico Manzini
  • Domanda fatta da: Luca Leone, luke3178@gmail.com, 29/03/2018

    Buongiorno, un questito sui filtri per osservare, e magari poi fotografare, Marte. Dopo aver letto l'interessante articolo sull'opposizione di Marte (su Nuovo Orione) di W.Ferreri, vorrei capire meglio quale filtro risulterebbe più proficuo per l'osservazione (e magari qualche ripresa video in proiezione dell'oculare con una mirrorless) del pianeta, utilizzando un C8 con un normale diagonale a specchio e normali oculari superplossl. Questo perchè, su alcuni siti di rivenditori, leggo che alcuni filtri colorati (tipo l'arancione) sono da utilizzarsi solo con grandi diametri, dai 20cm a salire. Grazie, un cordiale saluto. Luca Leone Luca Leone

    risponde Walter Ferreri
  • Domanda fatta da: Valter Ramazzotto, valter196262@gmail.com, 23/03/2018

    Buongiorno a voi tutti avrei bisogno di un consiglio, voglio iniziare a fare fotografia astronomica deep sky mi interessano nebulose e galassie ho un apocromatico 80mm e una fotocamera Nikon D3200.Quali sono i filtri migliori che devo usare per foto a colori,( la fotocamera non è modificata) . Grazie

    risponde Giuseppe Donatiello
  • Domanda fatta da: salvatore pellegrino, salvopellegrino27@gmail.com, 09/02/2018

    salve sono un vostro appassionato lettore da un anno (NUOVO ORIONE); vi contatto in merito all'articolo PAOLO NESPOLI: IL RITORNO A CASA...desidererei avere una dettagliata trattazione scientifica relativamente alla necessità dell'angolo di inclinazione di 2° nella traettoria di rientro a terra con cenni anche sull'effetto fionda...da docente sarebbe interessante presentarla agli alunni come applicazione della legge di gravità nonchè moto circolare e forze apparenti...secondo me nella rivista sarebbe opportuno spesso soffermarsi anche sulla spiegazione a livello scientifico di aspetti riguardanti i vostri articoli e che possono essere interessanti da presentare agli studenti delle superiori che a loro volta potrebbero diventare vostri lettori..

    risponde Antonio Lo Campo
  • Domanda fatta da: Carlotta Talò, carlotta.talo@gmail.com, 08/03/2018

    Buongiorno gentile redazione, Ho 19 anni e mi sto avvicinando sempre più ad una scelta importante: l'università. Fin dall'infanzia provo una grande attrazione per l'universo e vorrei che, in un modo o nell'altro, facesse parte del mio lavoro in futuro. In poche parole, sono un'astrofila che vorrebbe diventare un'astronoma. Il problema è che non so in quale settore inserirmi perché trovo tutto ciò che riguarda lo spazio ammaliante! Mi interessa molto l'astrobiologia, la planetologia, l'astrofisica ed anche l'ingegneria aerospaziale. Per l'ultima so che dovrei fare ingegneria (ovviamente), ma per astrobiologia quale potrebbe essere il percorso adatto? Più in generale, quali sono i possibili lavori collegati allo spazio (oltre all'astrofisico)? Come posso fare per scegliere al meglio la strada da percorrere? Grazie in anticipo per la risposta e buona giornata!

    risponde Walter Ferreri
  • Domanda fatta da: Daniele Dipresa, daniele.dipresa@tiscali.it, 04/03/2018

    Gentilissima redazione di Nuovo Orione, gradirei un consiglio in merito all'acquisto di un diagonale da 31.8mm di barilotto. Ho appena letto la risposta data da W. Ferreri ad un lettore sui diagonali dielettrici. La mia domanda verte più su un uso 'planetario' dei diagonali. A riguardo ho letto con interesse un articolo su internet (tradotto ed adattato da Raffaello Braga) in cui si confrontano varie tipologie di diagonali. Da questo confronto sembrerebbe che ci sia una certa superiorità dei prismi sugli specchi, in particolare nel percepire i dettagli planetari più flebili (penso ai festoni su Giove). Mentre alcuni dielettrici darebbero più luce diffusa. Le risulta? Tornando al mio eventuale acquisto del diagonale da 31.8mm, finora ho usato il diagonale standard del mio vecchio SkyWatcher Mak 90/1250 alternandolo tra il mio nuovo Omegon Mak 127/1900 ed il rifrattore TS Photoline apo 60/360. Cosa mi consigliate (sotto le 150€)? Prisma o specchio? E in quest'ultimo caso, dielettrico o alluminato? Difficilmente i costruttori specificano se l'accuratezza sul fronte d'onda sia misurata prima o dopo il rivestimento (coating). In ogni caso il diagonale che mi consigliate lo userei prevalentemente per la visione planetaria (nel mak 127) e, quando necessario, per osservazioni generiche nel piccolo apo. Grazie e cieli sereni! Daniele

    risponde Walter Ferreri
  • Domanda fatta da: Mattia Lonardi , lonardimattia@yahoo.it, 02/03/2018

    Buongiorno, ho acquistato di recente un telescopio Ziel Mahk 90 advanced (riflettore da 130/900). Vorrei sapere quali delle tre coppie di viti poste sul fondo bloccano il primario e quali lo regolano. Tre viti sono sporgenti e le altre tre vanno in battuta sul fondo. Grazie

    risponde Walter Ferreri
  • Domanda fatta da: Luca Leone, luke3178@gmail.com, 27/02/2018

    Buongiorno, un quesito sull'utilizzo di un diagonale dielettrico. Rispetto al diagonale standard della celestron utilizzato su un C8, l'utilizzo di un diagonale dielettrico con una riflettività pari al 99% può dare un miglioramento reale? Su osservazioni sopratutto planetarie e 'cittadine', e con normali oculari super plossl, si ha un aumento di luminosità e nitidezza dell'immagine? Grazie, un cordiale saluto. Luca Leone

    risponde Walter Ferreri
  • Domanda fatta da: Astrofilo 79, Dreamswalker.17@gmail.com, 23/02/2018

    Buona sera. Sono 'esterofilo 79' vi ricordate ? Quando vi avevo inviato quella domanda bella quale teorizzato che la terra fosse una stella mancata? Ora non ricordo più bene se era le stelle oppure nuovo Orione ma credo sia quest' ultima. Volevo dirvi che mi sono trasferito a losanna quindi dallo scorso ottobre non acquistò più i vostri numeri in edicola e mi dispiace per questo . A me piacevano molto e le seguivo ogni mese. Avrei due domande : è possibile rimanere aggiornato sulle vostre uscite mensili anche da qui dove sono ora? E per ultimo io da tempo avrei una teoria se non corretta quanto meno interessante ma è un Po lunga da spiegare posso eventualmente provare su mia mail personale oppure via sms. Non so se caso può andare anche tramite lettera postale. Mi potete rispondere? Nel frattempo vi porgo i più calorosi saluti da parte di un vostro pluriennale lettore.

    risponde Piero Stroppa
  • Domanda fatta da: Elena, elenabellanova@tiscali.it, 19/02/2018

    Buonasera, Possiedo un Celestron NexStar 90 SLT (mak 90/1250). Quale delle soluzioni seguenti mi darebbe di piu` come resa in visuale sui pianeti usando la montatura che ho gia`? - mak 127/1900 - rifrattore TS Optics Apocromatico AP 102/714 ED (sarebbe un po' pesante per la montatura che ho?) In alternativa avrei pensato al dobson 150/1200 (Sky-watcher o GSO) se le soluzioni precedenti non andassero bene per la montatura che ho gia`. Ovviamente altre vostre opzioni (sotto le 1000 euro tutto compreso) sono piu` che ben venute! Grazie e buone visioni!

    risponde Walter Ferreri
Ricerca
  • Le Stelle
    191
  • Nuovo Orione
    325
  • Libri