Instruments News a cura di Giuseppe Donatiello

Prima del 30/03/2016 a cura di Giancarlo Calzetta

  • 09/02/2017 - Metalenti: prodotta la prima lente a larga banda cromatica
  • 05/02/2017 - Rifrattore acromatico TecnoSky HR 80/480
  • 04/02/2017 - Pegasus Astro Intelli PowerBox
  • 03/02/2017 - Celestron Neximage 10
  • 01/02/2017 - Imaging Source DFK AFU420-L62 42MP
  • 26/01/2017 - Montatura iOptron CEM25P
  • 21/01/2017 - Rifrattori APO doppietto fluorite Agema Optics OTA
  • 15/01/2017 - TecnoSky Filtri CLS CCD e Filtro nebulare L-Pro CCD Clip per Sony NEX
  • 06/01/2017 - QHY16803A: CCD di grande formato con CFW a 7 posizioni

    QHY16803A: CCD di grande formato con CFW a 7 posizioni

    QHY16803A: CCD di grande formato con CFW a 7 posizioni

    Un’altra camera CCD si aggiunge alla nutrita offerta del noto produttore asiatico QHYCCD. L’ultima arrivata è una camera di grande formato con caratteristiche tali da essere fruibile anche da un'utenza professionale, poiché imbarca un impressionante sensore mono KAF16803 da 16MP di grado cosmetico standard, vale a dire una matrice di 4000x4000 pixel quadrati da 9 μm.

     

    Tra le particolarità più rilevanti, questa CCD integra una ruota filtri predisposta per ospitare nei sette slot altrettanti filtri quadrati da 50x50 mm di tipo fotometrico o a banda stretta. Come si evince dalle dimensioni del sensore da 36.8x36.8 mm, per l’utilizzo di una tale camera è imperativo un campo perfettamente spianato, almeno di pari dimensione, cosa comunque sempre più diffusa per via delle recenti ottiche progettate per operare con gli ormai diffusi sensori full-frame. A tal proposito, il costruttore informa che nelle varie configurazioni il back focus varia tra i 54/55 mm con guida fuori asse installata, ai 41/42 mm impiegando la camera con la sola ruota filtri. L’otturatore è a farfalla di lunga durata e con opacizzazione omogenea per l’acquisizione del dark frame. La finestra ottica è provvista di sistema anti appannamento mediante riscaldamento selezionabile dall’utente, mentre il dispositivo di raffreddamento termoelettrico (TEC) a doppio stadio porta la temperatura del CCD a -40°C sotto di quella ambientale.  La conversione ADC è a 16bit con possibilità di binning 1x1, 2x2 e 4x4.

    La QHY16803A è in stock e può essere ordinata attraverso i rivenditori italiani abituali.

    http://www.qhyccd.com/

     

     

     

     

     

  • 05/01/2017 - Unistellar/Optitec eVscope: il telescopio smart con dispositivo di amplificazione immagine
Ricerca
  • Le Stelle
    163
  • Nuovo Orione
    297
  • Libri