Instruments News a cura di Giuseppe Donatiello

Prima del 30/03/2016 a cura di Giancarlo Calzetta

  • 15/10/2017 - Focheggiatore Newton Sky-Watcher 2' Ultra Light
  • 13/10/2017 - Montatura RainBowAstro RST150
  • 01/10/2017 - Meade Series 6000 ED APO 70mm Astrograph Quadruplet
  • 27/09/2017 - QHY50GX
  • 20/09/2017 - Omegon Ultralight Filterrad 5x1.25''
  • 11/09/2017 - Altair Astro rifrattore doppietto Serie Wave 125 EDF f/7.8
  • 06/09/2017 - Omegon ADC correttore di dispersione atmosferica
  • 21/08/2017 - Omegon Telescopi OTA Pro Astrograph 154/600 e 203/800
  • 26/07/2017 - APM Prisma di Herschel 2' Ceramic Safety

    APM Prisma di Herschel 2' Ceramic Safety

    APM Prisma di Herschel 2' Ceramic Safety

    L’osservazione in luce bianca concede di seguire la continua evoluzione della fotosfera del Sole. Per quanto appagante, non bisogna mai dimenticare che l’osservazione solare è la più pericolosa tra tutte quelle possibili per via dell’energetica coinvolta e, senza le necessarie precauzioni, si mette a rischio l’incolumità dell’ottica e soprattutto della vista. A costo di sembrare ridondanti, raccomandiamo di evitare perentoriamente soluzioni casalinghe e inappropriate. Anche metodi segnalati come sicuri non sempre lo sono, tipo proiettare l’immagine verso uno schermo, spesso glissando sul fatto che nell’oculare utilizzato si producono temperature elevatissime, tali da frantumare le lenti o addirittura fonderne le parti. Al pari, filtri a tutta apertura di dozzinale qualità fanno passare radiazioni invisibili dannose come UV e Infrarossi in grado di arrecare gravi danni alla retina. Chi fosse seriamente attratto dall’osservazione solare non dovrebbe perciò badare a spese e orientarsi verso accessori di provata qualità, con garanzia di affidabilità e sicurezza.

     

    Il prisma di Herschel rappresenta un’efficace soluzione per gli utilizzatori di rifrattori e il mercato offre un’ampia possibilità di scelta. Tra le varie, APM propone un prisma da 2” con dissipatore ceramico che già incorpora un filtro ND3 per un’osservazione nitida e sicura del Sole. Un prisma di Herschel devia verso l’oculare circa il 5% della radiazione incidente, rigettandone in altra direzione il restante 95 dove si concentra la gran parte dell’energia. Il treno ottico si integra con un filtro polarizzatore variabile da 2” (incluso e rimovibile) con cui “dosare” la luminosità sino al livello richiesto per osservazione visuale o per imaging. L’apertura libera di ben 46 mm mette al riparo da indesiderate vignettature.

    Il prisma APM è offerto a 395 euro da ArteSky.

     

     

     

  • 26/07/2017 - SBIG camere CCD Aluma Series
Ricerca
  • Le Stelle
    171
  • Nuovo Orione
    305
  • Libri