Instruments News a cura di Giuseppe Donatiello

Prima del 30/03/2016 a cura di Giancarlo Calzetta

  • 29/11/2017 - Diagonale 31.8mm Twist Lock 90°
  • 24/11/2017 - Atik Horizon cooled CMOS
  • 22/11/2017 - QHYCCD ColdMOS 183M Mono
  • 19/11/2017 - Omegon Rifrattore Pro APO AP 110/660 ED Carbon OTA
  • 18/11/2017 - ZWO ASI385MC e MCC Colore

    ZWO ASI385MC e MCC Colore

    ZWO ASI385MC e MCC Colore

    Due nuove camere ASI debuttano nel già corposo catalogo di ZWO. Dopo un certo numero di dispositivi con sensori CMOS di grandi dimensioni, le due ASI385MC e MCC vanno ad aggiornare la fascia dei dispositivi deputati all’Hi-Res, sia planetario che deep-sky utilizzando il sensore CMOS RGGB Sony IMX385 LQR da 2.12MP (1936×1096 pixel quadrati da 3.75µm) dotato di bassissimo rumore. La particolarità di questo sensore risiede nell’eccezionale sensibilità ai bassi livelli di luce, pari a 0.13 lux, e una QE massima maggiore dell’80%, tale da renderlo tra i più sensibili disponibili sul mercato, pur utilizzando pixel di dimensioni contenute. Tale caratteristica lo rende particolarmente performante in riprese planetarie. Tuttavia anche nel deep-sky si comporta egregiamente e per tale utilizzo è stato predisposto il modello MCC dotato di TEC a doppio stadio Peltier con cui raffredda la camera a 40°C sotto la temperatura ambiente. Sia la MC che la MCC in modalità video supporta la funzione ROI con la quale si potranno scegliere varie combinazioni di risoluzione/ADC per un massimo di 12bit in un’ampia cerchia di frame rate. Entrambi i modelli possono fungere anche da sensibile autoguida con protocollo ST4. Fin qui le caratteristiche comuni.

    Nella versione raffreddata, l’ASI385 è particolarmente adatta nella ripresa di oggetti di dimensioni medie, come ammassi, galassie e piccole nebulose poiché il sensore presenta una diagonale di 8.35mm, quindi non rende obbligatorio l’uso di spianatori, ottenendo al contempo buoni campionamenti in base alla focale d’impiego e un’ottima dinamica grazie alla digitalizzazione a 14bit. L’otturatore è di tipo elettronico e non introduce alcuna vibrazione, mentre la memoria interna DDR3 da 256MB previene la perdita di dati. La gestione e comunicazione avvengono mediante connessione veloce 3.0 (compatibile 2.0). L’ASI385MCC propone inoltre una doppia porta USB 2.0 per la gestione di altre periferiche deputate all’astrofotografia, quali guider e ruote filtri.

    Il prezzo delle ASI385 è di euro 489 per la MC e di 859 per la MCC presso ArteSky.

     

     

  • 14/11/2017 - ZWO ASI294MC-Pro Color
  • 05/11/2017 - Filtri Optolong L-PRO e H-Beta da 2”
  • 04/11/2017 - Rifrattore Apo TecnoSky 60/360 FPL53
  • 25/10/2017 - Omegon serie telescopi ProDob
  • 15/10/2017 - Focheggiatore Newton Sky-Watcher 2' Ultra Light
Ricerca
  • Le Stelle
    173
  • Nuovo Orione
    307
  • Libri