Instruments News a cura di Giuseppe Donatiello

Prima del 30/03/2016 a cura di Giancarlo Calzetta

  • 11/07/2018 - Nikon COOLPIX P1000: la fotocamera bridge con superzoom 125x
  • 25/06/2018 - ZWO ASI120MM Mini
  • 18/06/2018 - Canon espone il più grande sensore CMOS al mondo
  • 17/06/2018 - Moravian camera CCD G2 Mark II

    Moravian camera CCD G2 Mark II

    Moravian camera CCD G2 Mark II

    Moravian ha annunciato le nuove camere scientifiche CCD serie G2 Mark II. Specificamente studiate per astronomia, la serie G2 può trovare applicazione anche in qualsiasi settore di ricerca ove siano richieste immagini con specifiche elevate. La serie G2 è progettata per rendere al meglio nell’imaging a bassa luminosità dove è richiesta elevata sensibilità e basso rumore di buio. La nuova serie eredita il design della precedente Mark I ma con aggiornamenti e migliorie rilevanti, specialmente in merito all’elettronica più performante nella produzione di frame uniformi e con rumore di lettura veramente basso, limitato in sostanza dal solo sensore CCD.

     

    La concezione modulare della serie G2 permette di combinare vari elementi per assemblare diversi dispositivi molto versatili, ciascun adatto a una specifica area di applicazione, grazie al ricco parco accessori di serie o opzionali che include adattatori per telescopi guida fuori asse, ruote filtri interne o esterne alla camera, adattatori Ethernet, autoguida, ecc.

    I modelli G2-0400, G2-1600 e G2-3200 sono dotati di rilevatori NABG Full Frame particolarmente adatti in applicazioni di ricerca per via dell’alta sensibilità con QE di picco superiore all'80%, l’elevata capacità full-well (fino a 100 Ke per i modelli G2-0400 e G2-1600) e la perfetta risposta lineare alla luce.

    Il modello G2-8300 imbarca il ben noto CCD ON Semi KAF8300 full-frame (8MP quadrati da 5,4 μm) dotato di un efficiente sistema anti-blooming (ABG) per evitare il travaso di elettroni dai pixel saturi a quelli vicini quando una stella luminosa appare nel campo visivo, creando fastidiosi spikes. Il KAF8300, con dimensioni lineari di 18,1 × 13,7 mm, è il più grande tra tutti i rilevatori utilizzati nella serie G2 e lo rendono ottimale nell'uso con telescopi a corta focale oppure teleobiettivi.

    I modelli G2-2000 e G2-4000 utilizzano invece sensori CCD a trasferimento d’interlinea, con alcune caratteristiche uniche, come l’otturatore elettronico capace di esposizioni molto brevi, alta velocità di lettura e sistema anti-blooming.

    Tutti i modelli condividono lo stesso design e, di fatto, si differenziano per il sensore imbarcato che può essere sia a colori sia monocromatico. Le dimensioni compatte, il peso contenuto rende le CCD G2 adatte nell’uso anche su piccoli strumenti. L’architettura all-in-one ne permette il controllo mediante un solo cavo USB mentre il sistema TEC si avvale di alimentazione esterna 12 V. La fornitura di serie prevede cavi, adattatori, driver e software gratuito di gestione ed elaborazione SIPS (che, a prescindere, suggeriamo ai lettori interessati di scaricare dal sito di Moravian).

    Tutti i dettagli tecnici sono riportati sul sito: https://www.gxccd.com/

     

     

     

     

  • 11/06/2018 - Omegon Telescopio Dobson Push+ mini N 150/750 Pro
  • 08/06/2018 - Canon presenta il 70-200mm f/2.8L IS III e 70-200mm f/4L IS II
  • 07/06/2018 - ZWO filtri Ha, SII, OIII 7nm a banda stretta
  • 04/06/2018 - Nuove camere CCD SBIG Aluma® 47-10 e 77-00
  • 23/05/2018 - Canon entra ufficialmente nel mercato dei sensori
  • 18/05/2018 - NexYZ – Adattatore Universale Smartphone
Ricerca
  • Le Stelle
    180
  • Nuovo Orione
    314
  • Libri