Instruments News a cura di Giuseppe Donatiello

Prima del 30/03/2016 a cura di Giancarlo Calzetta

  • 02/06/2016 - Anteprima Celestron linea Astro Fi

    Anteprima Celestron linea Astro Fi

    Anteprima Celestron linea Astro Fi

    Il prossimo autunno c'è una novità anche per Celestron nell’ambito degli strumenti entry level, con l’arrivo della linea Astro Fi.

    La serie consta di un rifrattore da 90 mm f/10.1, un Maksutov-Cassegrain da 102 mm f/13 e un riflettore newtoniano da 130 mm f/5. Tra gli accessori a corredo figurano due oculari Kellner da 25 e 10 mm, un cercatore a punto rosso SkyPointner e un diagonale a specchio per il solo rifrattore.

    Fin qui si tratta di tre ottiche con caratteristiche e dotazione tipica degli strumenti medi per principianti, dunque la novità introdotta dalla serie non è da ricercare tanto nei tubi ottici, piuttosto nella montatura monobraccio che li accomuna, poiché rappresenta un ulteriore avanzamento verso la completa automazione. I tre strumenti, infatti, rientrano nella categoria dei telescopi dotati di puntamento automatico, funzione che sempre più sta diventando la regola anziché l’eccezione nella strumentazione astronomica, anche per principianti. Anzi, è proprio nel settore degli strumenti d’ingresso che da qualche tempo si stanno annoverando le maggiori innovazioni e su questo fronte il marchio Celestron ha avuto un ruolo non secondario, contribuendo attivamente all’evoluzione con cui ci si approccia all’osservazione del Cosmo. Non possiamo non stupirci di quanta varietà e tecnologia sia adesso nelle disponibilità delle nuove leve astrofile e a un costo proporzionalmente non molto diverso rispetto alla magra produzione fruibile solo pochi lustri addietro, quando un qualsiasi strumento entry level era essenzialmente costituito da un piccolo rifrattore o riflettore su una semplice montatura, spesso altazimutale. Perciò, se già uno strumento per principianti dotato di puntamento automatico ci appare come un prodigio, come dovremmo definire uno strumento che autonomamente esegue lo stazionamento, punta con precisione gli oggetti celesti e si controlla pure senza fili semplicemente toccando uno schermo?

    Ecco, proprio nell’esperienza WiFi dobbiamo ricercare l’autentica novità di questa nuova serie entry level rispetto ad altri prodotti con caratteristiche simili. Basterà, infatti, scaricare su smartphone o tablet l’app gratuita Celestron SkyPortal, e gli strumenti Astro Fi si connetteranno in WiFi ricevendo tutte le istruzioni per dirigersi verso l’oggetto selezionato da una mappa celeste navigabile sullo schermo. Grazie alla tecnologia SkyAlign, puntando preventivamente tre oggetti luminosi nel cielo, un telescopio Astro Fi calcola la sua posizione e ed è subito in grado di orientarsi automaticamente verso l’oggetto desiderato. All’utente non resterà che sbirciare nell’oculare potendo anche apprendere le principali caratteristiche dell’oggetto puntato, prontamente visualizzate sullo schermo del dispositivo di controllo.

    Nel momento in cui scriviamo, non sono stati ancora comunicati i prezzi di listino per i tre telescopi.

    www.celestron.it.

     

     

  • 31/05/2016 - Celestron StarSense Autoalign per montature goto Sky-Watcher
  • 28/05/2016 - SBIG Image System: disponibili aggiornamenti Firmware e Driver universale
  • 27/05/2016 - Binocolo 28x110 MS APM
  • 25/05/2016 - Celestron Nexstar Evolution 8” Edge HD
  • 25/05/2016 - Anteprima Sky-Watcher EQ6-R e Mini Star Adventurer
  • 21/05/2016 - Prime immagini dell’annunciata Canon EOS da 120MP
  • 19/05/2016 - PrimaLuceLab morsetto Vixen+Losmandy PLUS grande
  • 18/05/2016 - JCH StreetPan 400 film
  • 18/05/2016 - QHY 174M GPS
Ricerca
  • Le Stelle
    156
  • Nuovo Orione
    290
  • Libri