Instruments News a cura di Giuseppe Donatiello

Prima del 30/03/2016 a cura di Giancarlo Calzetta

  • 04/10/2016 - CAMERA QHYCCD 695A/IC695A

    CAMERA QHYCCD 695A/IC695A

    CAMERA QHYCCD 695A/IC695A

    QHYCCD continua a proporre nuove camere con una cadenza impressionante e annuncia la disponibilità di una nuoca camera CCD proposta in doppia versione. Dopo le varie camere planetarie e Cold CMOS per deep-sky, adesso è la volta della nuova camera QHY695A/IC695A. La lettera A nella sigla sta per All in one, cioè “tutto in uno”, poiché implementa in un solo scafo una ruota filtri, una guida fuori asse, un hub con due porte USB 2.0 e una Lemo - RS232. Nella versione IC695A si aggiunge una porta mini HDMI, una SD card slot, controllo Wi-Fi e una presa Ethernet RJ45 100M.

    La nuova camera si avvale dell’elevata sensibilità del sensore SONY ExView II-ICX695 da 6 MP (2758x2208 pixel quadrati da 4,54 μm), apprezzato per la QE prossima all’80%, insieme al basso rumore di lettura e termico. Con il raffreddamento termoelettrico (TEC) a due stadi, la camera scende sino a 45 °C sotto la temperatura ambiente ed è in grado di restituire immagini grezze già molto pulite per via del rumore termico piuttosto contenuto, anche senza calibrazione.

    La camera contempla una ruota filtri interna a sette posizioni per filtri da 36 mm oppure 8 da 31,8 mm, in cui alloggiare in modo stabile e sempre pronti gli LRGB, ma anche i più usati a banda stretta, quali H-alfa, OIII e SII.

    Pur essendo dotata di otturatore elettronico, la QHY695A dispone anche di otturatore meccanico a farfalla già installato e con cui catturare il dark frame. Mediante l’AOG (guida fuori asse) integrato e l’Hub USB, è invece possibile collegare un’autoguida alimentata direttamente dalla 695A, riducendo l’ingombro dei cavi nonché la possibile perdita di segnale a causa degli stessi. Il controllo del sistema avviene mediante un solo cavo USB che collega i dispositivi al PC.

    Il sistema funziona a 12 V con alimentatore esterno ed è in grado di fornire un pari voltaggio anche ad altri dispositivi collegati alla presa di servizio. Il consumo a pieno regime è di 27 W per un peso complessivo di circa 1550 g.

     

    Per informazioni vedi www.qhyccd.com 

  • 30/09/2016 - Lunt telescopio solare LS230THa/B3400
  • 24/09/2016 - Celestron montature CGX e CGEM II
  • 22/09/2016 - I nuovi obiettivi Sigma al Photokina 2016
  • 16/09/2016 - Celestron Power Tank batteria al Litio
  • 13/09/2016 - Rifrattori TS Optics 80 mm serie Photo Line
  • 09/09/2016 - Altair Astro HyperCam IMX224 Colore USB 3.0
  • 27/08/2016 - iOptron SkyTracker Pro
  • 24/07/2016 - Somyang Optics serie Xeen 135 T2.2
  • 22/07/2016 - Dispositivo di calibrazione monitor GlobellColor
Ricerca
  • Le Stelle
    161
  • Nuovo Orione
    295
  • Libri