Nuovo Orione nr. 263

  Aprile 2014


In edicola dal 27 marzo

Esploriamo le galassie del Gruppo di M83
Les Dalrymple

Sotto la coda dell’Idra vi è una collezione di oggetti per intenditori del profondo cielo, da osservare in questo periodo dell’anno


Uno degli ammassi di galassie più vicino, dopo il Gruppo Locale che comprende la Via Lattea, è la poco nota famiglia di M83. Sparpagliato su una distanza da 10 a 20 milioni di anni luce ed esteso per circa 30° di cielo, il Gruppo di M83 si trova a sud della banda del gigantesco Superammasso della Vergine, che si estende dall’Orsa Maggiore fino al Centauro.


Marte in opposizione nella Vergine
Walter Ferreri

Dopo poco più di due anni il Pianeta Rosso si presenta in condizioni favorevoli per l’osservazione: è il fenomeno del mese


Marte è il pianeta che più di ogni altro si fa desiderare. Le sue opposizioni al Sole sono lontane l’una dall’altra e osservarlo lontano da questi periodi è stancante e irritante, perché il pianeta ci mostra un disco molto piccolo, sul quale è arduo distinguere particolari.


I misteri di pianeti, stelle e galassie svelati da ALMA
Cesare Guaita

Il grande interferometro millimetrico di Chajnantor ha già prodotto interessanti scoperte anche prima del completamento del progetto


Nei pressi di San Pedro de Atacama, magico villaggio andino situato nella parte nordorientale del deserto cileno di Atacama, c’è una profonda spaccatura tettonica (la Moon Valley) che in alcuni punti presenta un terreno straordinariamente simile (anche dal punto di vista climatico!) a certi terreni lunari esplorati dalle missioni Apollo.


Le 100 bellezze sfilano nel cielo
Piero Bianucci

Al telescopio non si improvvisa: bisogna imparare a scegliere e guardare l’oggetto giusto per lo strumento che si usa, come ci spiega Gabriele Vanin


Paolo Maffei, scopritore di due galassie che portano il suo nome, direttore dell’Osservatorio di Catania, docente universitario nelle Università di Roma La Sapienza e di Perugia, brillante divulgatore dell’astronomia, negli Anni 80 del secolo scorso scrisse per la terza pagina de La Stampa un articolo dal titolo “I colori del cielo”.


Che cosa c’è da vedere nella Luna Piena?
Walter Ferreri

Contrariamente a quanto si creda, anche in questa fase si possono fare interessanti osservazioni sul nostro grande satellite naturale


In quasi tutti i libri di astronomia pratica si trova scritto che la fase di Luna Piena è la meno favorevole per compiere osservazioni sul nostro grande satellite naturale.

Noi non vogliamo confutare questa affermazione, che in gran parte condividiamo. Sicuramente guardare per la prima volta la Luna Piena al telescopio non procura l’emozione che si ha nelle fasi di Quarto, ma anche quando il disco è totalmente illuminato vale la pena di dargli un’occhiata.


Le avventure di Yutu sulla Luna
Antonio Lo Campo

Con il “Coniglio di Giada” riprendono dopo quattro decenni le missioni di esplorazione della superficie lunare. Ora si attendono i risultati


Il “Coniglio di Giada” tecnologico ha funzionato. O comunque ha dimostrato che il programma spaziale cinese è in grado di avviare il suo progetto, a scadenza non poi così lontana, di esplorazione della Luna, fino ad arrivare al grande obiettivo dello sbarco dei primi taikonauti, previsto attorno al 2025.


Fotografare con camere CCD modificate
Hap Griffin

L’amplificazione della risposta spettrale di una camera apre parecchie opportunità di ripresa


Se negli ultimi anni avete ammirato belle immagini di galassie, nebulose, comete e abbinamenti di paesaggio e cielo, senza dubbio avete notato che sempre di più le foto sono state riprese con una fotocamera digital single-lens reflex (DSLR) “modificata”. Le DSLR regolari hanno conquistato il mondo della fotografia; perciò, che cosa c’è di sbagliato nei modelli commerciali, per richiedere l’esecuzione di “interventi chirurgici” su una già perfetta macchina fotografica? 


SW Esprit 80ED Super APO Triplet
Federico Manzini


Sky-Watcher (SW) è una ditta orientale, ormai nota in tutto il mondo, che è riuscita ad acquisire imponenti quote di mercato, con una politica che prevede una produzione di buona qualità, posta in vendita a prezzi a dir poco concorrenziali; anche tutti i prodotti con il famoso marchio Celestron rientrano ora nel suo catalogo.









Gruppo B Editore Srl

Recapiti telefonici:
Abbonamenti: 02 87168197
Pubblicità: 02 92432244
Libri: 02 92432215

P.Iva 13397950158
Cod.Fisc. 08230930151
Iscr. REA: MI - 1211324
Cap.Soc: € 10.000
Normativa sulla Privacy

Web Agency
Iscriviti alla Newsletter