Sky News a cura di Tiziano Magni

  • 10/04/2017 - Sono tre le comete visibili in aprile con un binocolo
  • 03/04/2017 - Aumento di luminosità della cometa C/2017 E4 (Lovejoy)
  • 23/03/2017 - Visibile la cometa 41P/Tuttle-Giacobini-Kresak
  • 10/03/2017 - Un’occultazione radente un po' particolare
  • 03/03/2017 - Eclissi, transiti e occultazioni dei satelliti di Giove per il mese di marzo
  • 16/02/2017 - Incontri ravvicinati di fine inverno
  • 04/02/2017 - Nuovamente visibile la cometa 45P/Honda-Mrkos-Pajdsusakova
  • 01/02/2017 - Un’imperdibile occultazione di Aldebaran

    Un’imperdibile occultazione di Aldebaran

    Un’imperdibile occultazione di Aldebaran

    Se le condizioni meteorologiche non giocheranno brutti scherzi la notte tra il 5 e il 6 febbraio sarà possibile ammirare il transito della Luna gibbosa crescente, illuminata al 68%, nell’esteso ammasso aperto delle Iadi; il nostro satellite naturale occulterà numerose stelle brillanti e gli eventi risultanti saranno osservabili con relativa facilità anche dall’Italia.

    Lo “spettacolo” inizierà alle 18:51, con il cielo ancora debolmente rischiarato dalle luci del tramonto con la doppia scomparsa sul lembo lunare oscuro di Theta1 e Theta2 Tauri (rispettivamente di magnitudine +3,8 e +3,4) seguita, dopo 70 minuti circa, dalla loro riapparizione sul bordo illuminato dal Sole del disco lunare.

    Sarà poi possibile ammirare diverse altre occultazioni tra cui quelle di 75 Tauri (magnitudine +5,0) e SAO 93975 (magnitudine +4,8) prima del gran finale con la scomparsa di Aldebaran a partire dalle 23:16 e la sua riapparizione tra le 23:55 (AO) e le 0:20 (CT). La luminosità di Alfa Tauri (magnitudine +0,9) è tale da permettere l’osservazione del fenomeno anche a occhio nudo; poiché la stella ha un diametro apparente non trascurabile di ben 2 centesimi di secondo d’arco, misurati grazie anche all’osservazione di precedenti occultazioni lunari, la scomparsa e la riapparizione non saranno istantanei.

    L’animazione mostra il passaggio della Luna nelle Iadi tra le 18:35 del giorno 5 e le 0:30 del 6 febbraio come apparirebbe ad un osservatore situato nella città di Roma.

    La tabella che segue riporta le circostanze locali degli eventi che coinvolgono le stelle più brillanti per alcune città italiane

     

    Stella
    mv
    AO
    CA
    CT
    FI
    LE
    MI
    RM
    TS
    Note
    Theta1 Tauri  (scomparsa)
    3,8
    18:52
    18:51
    19:05
    18:57
    19:10
    18:54
    18:58
    19:02
    (1)
                       (riapparizione)
     
    20:09
    20:06
    20:14
    20:15
    20:24
    20:12
    20:15
    20:20
    (1)
    Theta2Tauri   (scomparsa)
    3,4
    18:54
    19:00
    19:22
    19:01
    19:21
    18:57
    19:05
    19:06
    (1)
                      (riapparizione)
     
    20:06
    19:56
    19:57
    20:10
    20:13
    20:09
    20:08
    20:16
    (1)
    75 Tauri        (scomparsa)
    5,0
    19:29
     
     
     
     
     
     
     
    (2)
                      (riapparizione)
     
    20:09
     
     
     
     
     
     
     
    (2)
    SAO 93975    (scomparsa)
    4,8
    20:08
    20:05
    20:17
    20:12
    20:23
    20:11
    20:13
    20:18
     
                        (riapparizione)
     
    21:18
    21:26
    21:37
    21:27
    21:41
    21:22
    21:30
    21:29
     
    Alfa Tauri       (scomparsa)
    0,9
    23:20
    23:16
    23:23
    23:22
    23:28
    23:22
    23:22
    23:29
     
                       (riapparizione)
     
    23:55
    00:14
    00:20
    00:03
    00:14
    23:57
    00:09
    23:57
     

    (1)  inizia con il chiarore del tramonto ancora evidente nel settentrione

     (2)  visibile solo dalla Sicilia e parte di Puglia e Calabria dove per alcune zone è radente

  • 01/01/2017 - Inizio d'anno con cometa
  • 12/12/2016 - Superluna di dicembre e altre Superlune...
Ricerca
  • Le Stelle
    165
  • Nuovo Orione
    299
  • Libri